Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

i dettagli

Plusvalenze sospette, nuovo terremoto? Juventus e Napoli nel mirino della Covisoc

Plusvalenze sospette, nuovo terremoto? Juventus e Napoli nel mirino della Covisoc

Al momento si tratta di una sorta di allarme. L’istruttoria sportiva, infatti, è sostanzialmente tutta da compiere

Mediagol (nc) ⚽️

Un nuovo terremoto rischia di sconvolgere il calcio italiano. I conti non tornano e la procura della Federcalcio ha aperto un fascicolo su una serie di plusvalenze sospette, tra il 2019 e il 2021. Secondo quanto riportato da Gazzetta.it, è stata una verifica ispettiva sulle società quotate in Borsa da parte della Consob a provocare la decisione della procura federale guidata da Giuseppe Chiné.

A richiamare l’attenzione sono state alcune operazioni di mercato della Juventus. E nel dettaglio l'affare con il Barcellona che ha poi portato al trasferimento di Pjanic in Liga (60 milioni). Preceduto dall’acquisto di Pereira Da Silva (8 milioni), di Arthur (72 milioni) e Marques (8,2 milioni) da parte dei bianconeri, che avrebbero ricevuto complessivamente quasi 50 milioni di euro di plusvalenze. E poi l'operazione Rovella con il Genoa (18 milioni), ceduto alla società piemontese (è tuttora in prestito al Genoa), con Portanova (a 10 milioni) e Petrelli (a 8) in rossoblù. Ma non solo. "Il tema comunque non è da considerare soltanto dal punto di vista tecnico, il problema riguarda non solo la valutazione dei calciatori ma i passaggi di denaro realmente avvenuti (o non avvenuti)", si legge.

Ragion per cui, sarebbero state chiede alla Juventus da parte della Covisoc alcune informazioni in merito agli scambi in questione. Ma non solo; anche alcuni affari del Napoli hanno insospettito la Covisoc. In particolare quello che ha portato all'approdo di Osimhen in Campania. Del gruppo di giocatori finiti al Lilla per 20 milioni di euro, già oggi tre sono tornati a giocare in Italia, mentre il quarto non è mai sceso in campo. Seguiranno aggiornamenti...

tutte le notizie di