Cessione Sampdoria, altro vertice col gruppo Vialli: futuro rossoblu per Sabatini, Osti resta a Genova?

Cessione Sampdoria, altro vertice col gruppo Vialli: futuro rossoblu per Sabatini, Osti resta a Genova?

Continuano le trattative per la cessione del club blucerchiato, ulteriore incontro con il “gruppo Vialli”: Aquilor e gruppo arabo sempre in corsa. Il futuro di Sabatini potrebbe essere al Bologna, mentre Osti prende tempo

La gara di Serie A che vedrà sfidarsi questo pomeriggio Bologna e Sampdoria porta con sé anche un importante incrocio di mercato.

Oggi alle ore 15:00 in tribuna al Dall’Ara ci sarà anche Walter Sabatini, il responsabile dell’area tecnica del club blucerchiato che con ogni probabilità la prossima stagione dovrebbe occupare lo stesso ruolo dirigenziale ma nell’organigramma proprio della società rossoblu. L’ex ds del Palermo ha infatti ammesso a chiare lettere che se il patron Massimo Ferrero dovesse realmente decidere di cedere la Sampdoria, andrà via da Genova.

D’altro canto l’amministratore delegato del Bologna, Claudio Fenucci, avrebbe pensato proprio al dirigente ex Roma ed Inter per avviare un nuovo ciclo in terra emiliana e, d’altra parte, non sarebbe nemmeno la prima volta che la società felsinea gli farebbe la corte per convincerlo a trasferirsi.

(Cessione Sampdoria, il gruppo Vialli in corsa con arabi e inglesi: offerte non distanti, l’ago della bilancia…)

Secondo quanto riportato stamane da Il Secolo XIX, Walter Sabatini vorrebbe portare con sé in Emilia anche Carlo Osti. A Bologna, infatti, girerebbe voce che pure l’attuale direttore sportivo blucerchiato sarebbe già stato contattato dal club felsineo ma che lo stesso Osti, avendo ancora un anno di contratto con la Sampdoria e sentendosi comunque parte del progetto dopo tanti anni di permanenza in quel di Genova, avrebbe intenzione di restare in questa situazione di stand-by, in attesa di capire i possibili sviluppi della trattativa per la cessione delle quote societarie del club doriano.

(Cessione Sampdoria, oggi Mediobanca incontra Vialli: giovedì tocca al fondo arabo e poi a Ferrero)

Da quel che trapela tra le colonne dell’edizione odierna del noto quotidiano ligure, infatti, il “gruppo Vialli” avrebbe fortemente intenzione di rivoluzionare totalmente l’organigramma del club blucerchiato, cambiandone praticamente tutte le componenti e non soltanto per ciò che concerne l’area tecnica. A differenza del gruppo arabo e del fondo Aquilor, che sembrerebbero invece più orientati verso il voler incidere meno sul lavoro svolto e portato avanti ormai da quasi cinque anni da Ferrero e Romei, optando così per una soluzione di continuità:

Ieri pomeriggio c’è stato un nuovo incontro tra Mediobanca e il ‘gruppo Vialli’, appuntamento programmato dopo quello di martedì scorso: sono stati ulteriormente approfonditi alcuni aspetti dell’offerta. La parte più sensibile è quella legata all’assunzione presente e soprattutto futura della situazione debitoria. Che non è quella relativa alle spese virtuose (Casa Samp e restyling Mugnaini). Ieri sera è rientrato in Italia il vicepresidente Romei, che oggi pomeriggio sarà regolarmente al Dall’Ara. Nelle prossime ore dovrebbe pervenire a Mediobanca anche l’offerta di Aquilor. Poi la settimana prossima, presumibilmente già martedì, ci sarà l’incontro tra l’advisor, Ferrero (il cui ultimo mantra è «non vendo più, faccio una grande Samp») e Romei. Il tempo della scelta si avvicina sempre più“.

(Cessione Sampdoria, Ferrero sbotta: “Dare moneta, vedere cammello. I cazzari chiacchieroni li lascio a voi”)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy