Superlega, Sampaoli: “Non sono sorpreso, un progetto folle che va verso la divisione sociale del calcio”

Le parole del tecnico argentino

ligue 1

La Superlega è una brutta realtà, i potenti che tolgono a chi ha meno.

Napoli-Lazio, Delio Rossi: “Una sfida che pesa, vale la Champions. Superlega? Rischio calcolato, i dirigenti…”

Queste le dure parole di Jorge Sampaoli, tecnico del Marsiglia intervenuto in merito all’ormai noto caos creatosi intorno al progetto della Superlega. L’allenatore argentino è stato chiamato a rispondere ad alcune domande legate proprio al trend topic dell’ultima settimana calcistica, esprimendo la sua opinione su quanto successo intorno al panorama calcistico europeo. Come riportato dal noto quotidiano argentino Olè, l’ex commissario tecnico della Nazionale argentina ha disapprovato in ogni forma l’avvento della Superlega, motivando la sua opinione con dichiarazioni forti e dirette al cuore di tutti gli appassionati del mondo del football.

Fiorentina, senti Di Livio: “Salvarsi è la priorità, a Commisso chiedo una cosa. Superlega? Il calcio è di tutti”

Di seguito le sue parole: “Nel calcio, come nel mondo in generale, la questione delle disuguaglianze è uno dei maggiori problemi, soprattutto la disuguaglianza di opportunità. Non sono sorpreso che un gruppo di persone economicamente potenti abbiano accettato di unirsi e andare contro coloro che hanno meno. È qualcosa che si adatta al mondo di oggi, sfortunatamente. Ma non doveva andare avanti. Sarebbe stato un ulteriore passo verso la separazione delle persone in due gruppi e questo sarebbe preoccupante. Non so se le squadre interessate debbano essere punite. Ma è molto importante che questo attacco alle pari opportunità sia analizzato a livello globale per evitare che le posizioni si allontanino . Dobbiamo attirarle”.

Bologna, Saputo: “Bello tornare qui, Mihajlovic dice sempre una cosa. Superlega? Sbagliate le modalità”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy