Calciomercato Inter, futuro Icardi: no al riscatto del PSG, Maurito vuole la Juventus. La situazione

Dopo l’approdo al Paris Saint-Germain, Mauro Icardi riflette sul suo futuro che potrebbe tingersi di bianconero

Mauro Icardi e la Juventus, una telenovela senza fine.

In estate, l’attaccante argentino è stato al centro di diversi rumors di mercato. Poi, a sorpresa, l’approdo al Paris Saint Germain. Tra qualche mese, però, potrebbe ripresentarsi lo stesso scenario perché, secondo quanto riportato da La Repubblica, Icardi vorrebbe approdare alla corte di Maurizio Sarri. Il numero 18 del PSG in questo momento si trova bene nella capitale francese: da quando è approdato in quel di Parigi, Maurito ha realizzato diciassette gol in diciannove partite. Ieri sera, nella gara andata in scena contro il Saint-Étienne in Coupe de la Ligue, ha messo a segno una tripletta, appena tredici palloni toccati e sei passaggi totali. Un rendimento da non sottovalutare per El niño del partido. 

“È vero che mi sento bene a Parigi, non abbiamo ancora parlato di nulla. Ci sono ancora 4-5 mesi prima della fine. Se avrò la possibilità di restare, ne sarò felice”, ha spiegato il centravanti originario di Rosario al termine del match.

Dichiarazioni rilasciate a metà, perché da una parte l’attaccante si trova bene in quel di Parigi, mentre dall’altra parte ci sarebbe la volontà di ritornare in Italia dalla sua famiglia che è rimasta a Milano dopo il suo trasferimento in Ligue 1. La decisione finale è chiaramente nelle mani di Icardi e non della squadra parigina: è vero che vi è un diritto di riscatto pari a 70 milioni di euro, ma il giocatore ha il diritto di veto e potrebbe usarlo per approdare in maglia bianconera. Già tra primavera ed estate del 2019 i dirigenti della Juventus ci hanno provato, tra voci di uno scambio con Paulo Dybala e di una cessione di Gonzalo Higuain, oggi uomini copertina della squadra di Sarri.

D’altra parte, Icardi potrebbe essere un’opzione per ringiovanire l’attacco. L’ostacolo più grande, però, si chiama Inter: il cartellino del giocatore è sempre di proprietà dei nerazzurri e, se lo vorrà, la Juventus dovrà mettersi al tavolo e trattare con Beppe Marotta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy