Trapani, l’allarme di Petroni: “Mi tiro indietro, non siamo in grado di continuare”

Trapani, l’allarme di Petroni: “Mi tiro indietro, non siamo in grado di continuare”

Le parole del patron del Trapani Fabio Petroni

trapani

Non siamo in grado di continuare.

Serie C, il pasticcio della Figc e lo sciopero dei calciatori: slittano i calendari e l’avvio della stagione. I dettagli

Mesi di silenzio e di incertezza hanno circondato finora il Trapani. Retrocessi al termine dell’ultima stagione dalla Serie B, i granata non stanno vivendo una situazione facile nemmeno a livello societario. Il patron dei siciliani Fabio Petroni si sarebbe chiamato fuori dalla guida del club: “C’è chi il Trapani lo ama. Questa sera dal notaio Camilleri depositeremo la nostra disponibilità a vendere – spiega il patron – dando anche la possibilità di rimanere come sponsor nel Trapani Calcio”.

Lecce, ufficiale il rinnovo dell’ex Palermo Felici: “Grazie per la fiducia, vi ripagherò sul campo”

Dovesse arenarsi la trattativa, le aspettative per il futuro del Trapani non sarebbero affatto rosee: “Noi auspichiamo che il Comitato faccia il suo lavoro e trovi nella comunità trapanese gli imprenditori che possano rilevare il club – ha proseguito Petroni – Se ciò non dovesse avvenire, io ho il dovere di dire pubblicamente che abbiamo iscritto la squadra e fare un campionato dignitoso in serie C, ma organizzativamente non siamo in grado di continuare questa stagione“.

Trapani: c’è l’ok della Covisoc per la C, ma Di Donato rischia di perdere altri giocatori. Pettinari…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy