Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

l'inchiesta

Razzismo, ex arbitro Gavillucci: “Sospesi un match. Fui punito a fine stagione”

Razzismo, ex arbitro Gavillucci: “Sospesi un match. Fui punito a fine stagione”

Le parole dure espresse dall'ex arbitro dopo essersi ritrovato in fondo alle graduatorie arbitrali e non aver più potuto dirigere un incontro

⚽️

Il razzismo è un argomento purtroppo ricorrente nella vita di tutti i giorni ed episodi se ne verificano anche sui campi da calcio. Una battaglia che va condotta con estrema durezza per cercare di eliminare questo elemento che negli ultimi tempi sta sfuggendo di mano. Sull'argomento è intervenuto l'ex arbitro di Serie AClaudio Gavillucci, che nel corso della sua carriera decise di interrompere la partita tra Sampdoria e Napoli per via di alcuni cori a sfondo razzista che i tifosi rivolgevano ai giocatori.

L'arbitro al termine di quella stagione si ritrovò ultimo tra le graduatorie di Serie A e quindi costretto a non arbitrare più alcun match. Questo è stato uno dei motivi che lo ha spinto a scrivere un libro su un tema a lui molto caro. Nella giornata odierna Claudio Gavillucci è intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss esprimendo tutti i suoi dubbi.

“Sospesi Sampdoria-Napoli per dei cori razzisti. Vidi i giocatori del Napoli che mi guardarono sbigottiti, Insigne mi disse Ma o’ver faje? in napoletano. Era mio dovere interrompere la partita, purtroppo però a 4 anni di distanza nulla e cambiato e mi dispiace molto. In quella occasione il presidente Ferrero fu molto collaborativo e lo ringrazio. Uno dei motivi che mi ha spinto a scrivere il libro è stato quello di capire i motivi per i quali poi non ho più arbitrato più. A fine anno mi trovai ultimo in graduatoria e non ho mai più arbitrato in serie A”

tutte le notizie di