Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

CALCIOMERCATO NAPOLI

Napoli, Nocerino su Insigne al Toronto: “Aspetto Lorenzo, nella MLS ti massacrano!”

Napoli, Nocerino su Insigne al Toronto: “Aspetto Lorenzo, nella MLS ti massacrano!”

Il trasferimento di Insigne al Toronto sembra ogni giorno sempre più vicino. Dopo l'avviso di Giovinco, per l'attaccante del Napoli sono arrivati anche i consigli di Nocerino che conosce bene il campionato americano

Mediagol (dr) ⚽️

La stella del Napoli Lorenzo Insigne è sempre più vicina al passaggio alla Major League Soccer, in particolare al Toronto FC che dall'Italia ha in passato acquistato anche il fantasista Sebastian Giovinco. Proprio la "Formica Atomica" ex Juventus e Parma ma attualmente svincolato ha avvertito il numero 10 del Napoli che la vita in Canada è piacevole ma che c'è il forte rischio di sparire dai radar della nazionale italiana.

A tal proposito si è espresso anche Antonio Nocerino, attualmente assistente-allenatore delle giovanili dell'Orlando City, intervistato dal quotidiano Il Mattino: "Insigne nella MLS? La cosa mi ha intrigato molto. Perché questo è un campionato nel quale si punta a crescere anno dopo anno e Lorenzo è perfetto per aiutare tutto il movimento calcistico americano a diventare ancora più grande. Qui si punta al Mondiale che si giocherà in casa nel 2026, e vogliono farsi trovare pronti per quell'appuntamento con la storia. Lorenzo ancora non mi ha chiamato, ma io lo aspetto. Vivo a Orlando che dall'altra parte dell'America del nord, ma se mi chiedesse una mano mi metterei a disposizione. Per altro Toronto è la città con più italiani in Nord America: quindi si troverà alla grande".

L'ex centrocampista del Milan e del Palermo tra le altre ha poi parlato della MLS da un punto di vista tecnico, chiarendo anche la questione nazionale messa in discussione recentemente: "Io sono venuto qui in un'altra era. Il campionato americano cresce e migliora di stagione in stagione, ma si viaggia un passo alla volta: hanno i loro tempi. Fisicamente vanno a duemila. Mentre a livello tattico sono ancora un po' indietro: diciamo che rispetto a un campionato europeo non si può nemmeno fare il paragone. Poi, però, ci sono giocatori di qualità e quelli fanno la differenza. Dal momento che ne servirebbero ancora tanti, Lorenzo sarebbe perfetto. Uno come lui che gioca in Nazionale e con quei colpi che ha, non avrebbe nessun tipo di problema, anzi può aiutare gli altri a crescere come ha fatto Giovinco. Nazionale? Di sicuro ne dovrà parlare con il ct, ma fisicamente qui si allenerà moltissimo.Qui ti massacrano: devi andare a tutta forza, se no fai fatica. Quindi dal punto di vista della preparazione né lui né Mancini devono preoccuparsi".

tutte le notizie di