Palermo, Odjer: “Serie C imprevedibile, il gol non è la mia priorità. Episodio Bari? Antenucci mi ha scritto”

Le parole del centrocampista ghanese del Palermo

Odjer

Il Palermo e Moses Odjer, un binomio imprescindibile.

Palermo, Palazzi si prende le chiavi del centrocampo: l’ex Monza convince Boscaglia, contro il Francavilla ci sarà lui dal 1′

Il centrocampista ghanese è in cima alle preferenze di mister Boscaglia che lo ha schierato praticamente in tutte le gare di questa prima parte di stagione. L’ex anche del Trapani è divenuto uno dei leader del centrocampo rosanero e ormai punto fermo su cui appoggiarsi domenica dopo domenica. Prima parte di stagione disputata in modo eccellente da Odjer che, nel corso di un’intervista rilasciata all’edizione odierna di ‘Repubblica Palermo‘, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni.

Palermo-Virtus Francavilla, sfida tra “cattivi”: cartellini protagonisti, pugliesi e rosanero al comando

“La C è veramente un campionato difficile e imprevedibile. Non esistono squadre cuscinetto, basti pensare alla Cavese che ha disputato un’ottima partita nonostante la classifica che ha. Mi sono adattato nell’unico modo che conosco: con il lavoro duro di tutti i giorni senza mai guardare il nome della squadra o del calciatore avversario, ma rispettando tutti e lottando su ogni pallone. Mi piace essere sempre nel vivo dell’azione, sono questo le mie caratteristiche di centrocampista ma posso adattarmi a qualsiasi situazione. Il nostro mister è molto preparato e cura molto la tattica, nel nostro centrocampo ci sono calciatori duttili che possono adattarsi alle indicazioni dell’allenatore, io sono fra questi. Se non avessi fatto il calciatore sarei probabilmente diventato un architetto. A scuola mi piaceva molto la geometria e inconsciamente lo dimostri anche il mio modo di giocare. Gol? Non  è mai stato la mia priorità, l’unica cosa che mi interessa è la vittoria della squadra. Episodio accaduto contro il Bari? Ho avuto la netta sensazione che Antenucci avesse pronunciato una frase razzista. Lui mi ha confermato di avermi offeso ma non in modo razzista, mi ha anche inviato un messaggio in cui me lo ha giurato. Per me il discorso si è chiuso lì”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy