Palermo, l’ex Tedino: “Nel calcio serve pazienza, squadra e staff di livello. Ho un rimpianto”

Le parole dell’ex tecnico del Palermo

tedino

Bruno Tedino tra ricordi e analisi.

Bari, caccia al nuovo direttore sportivo: tre ex Palermo per il dopo Romairone, c’è Lupo

L’ex tecnico del Palermo, dopo l’esperienza fallimentare a Chiavari sulla panchina della Virtus Entella, ha parlato del momento negativo vissuto dai rosanero guidati da Roberto Boscaglia. Le dichiarazioni dell’ex allenatore Rosa rilasciate ai microfoni della trasmissione Time Sport in onda su Radio Time.

PALERMO, ITALY – AUGUST 06: Head coaches Gaetano D’Agostino (L) of Virtus Francavilla and Bruno Tedino of Palermo greet each other during the Tim Cup match between US Citta’ di Palermo and Virtus Francavilla at Renzo Barbera Stadium on August 6, 2017 in Palermo, Italy. (Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images)

“Nel calcio serve pazienza. I rosanero sono abituati a palcoscenici ben diversi rispetto alla Serie C, ma come detto prima c’è bisogno di tempo. Sia lo staff che la squadra sono di livello, ricordiamoci che sta facendo fatica anche una squadra come il Bari che aveva iniziato la stagione con ambizioni diverse. In ambienti come Palermo non è semplice, i rosanero sono in buone mani come proprietà e progetto tecnico nonostante la classifica non sia positiva. La squadra è costruita rapidamente e a causa della pandemia il ritiro è durato davvero poco, si può fare bene anche in vista dei play-off. Ricordi di Palermo? Sono stato in rosanero per 38 gare di fila e ho instaurato un rapporto davvero idilliaco con tantissima gente. Quando fui esonerato a quattro giornate dal termine eravamo praticamente in Serie A, ricordo che in quella stagione diversi nazionali saltarono alcune partite in cui avremmo potuto totalizzare qualche punto in più. Unico rimpianto la sfida contro il Foggia, un match in cui eravamo passati in vantaggio per poi subire una sconfitta folle”.

Palermo, Mirri e i dubbi sul futuro rosanero: l’uscita di scena di Di Piazza e l’apertura alla cessione del club. Il reale valore di mercato…

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy