Palermo in Serie C, il sindaco di Benevento: “Orlando minaccia, sue dichiarazioni inaccettabili”

Palermo in Serie C, il sindaco di Benevento: “Orlando minaccia, sue dichiarazioni inaccettabili”

Il sindaco di Benevento, Clemente Mastella, contro Leoluca Orlando: “La voce grossa del collega palermitano non è accettabile”

Continuano gli attacchi contro Leoluca Orlando.

Palermo in Serie C, Orlando su Balata: “L’intero consiglio direttivo della Lega B dovrebbe dimettersi. Non finisce qui…”

Dopo Pierluigi Peracchini, primo cittadino di La Spezia, anche il sindaco di Benevento, Clemente Mastella ha polemizzato contro il collega palermitano, che nelle scorse, dopo la decisione presa dalla Corte Federale d’Appello, che non ha accolto la richiesta di sospensiva avanzata dal Palermo Calcio dopo la retrocessione in Serie C decisa dal TFN e la decisione della Lega di Serie B di disputare immediatamente i playoff senza aspettare il secondo grado di giudizio del club rosanero, si era espresso duramente contro Mauro Balata e tutti gli esponenti della sua categoria, promettendo di essere pronto ad una vera e propria guerra.

Palermo in Serie C, Orlando: “Questo sistema si presta a conseguenze aberranti, inizierò una guerra”

Inaccettabile quanto dichiarato dal primo cittadino palermitano, a detta di Mastella, che ai microfoni dell’agenzia di stampa Adnkronos, ha così risposto: “Il collega sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, per difendere le ragioni contro la retrocessione della squadra della sua città, non argomenta ma minaccia. Io credo che i playoff debbano andare avanti, come è giusto che sia, e bisogna rispettare il responso della giustizia sportiva. Non è la prima volta che capitano infortuni economici societari. Stavolta, e mi dispiace, è toccato al Palermo. Quanto, però, alla voce grossa di Orlando, proprio non è accettabile – ha concluso Mastella –“.

 

 

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ghepardo - 11 mesi fa

    Mamma mia che levata di scudi …. Il sindaco Mastella può darsi la mano con il sindaco Peracchini …. si scandalizzano per la voce grossa di Orlando, ma non si scandalizzano per la vergogna di sentenza e delibera che non stanno né in cielo né in terra. Ricordo a questi signori, ai quali è convenuta in pieno tale situazione, che abilmente hanno estromesso la COVISOC, responsabile del controllo, al fine di colpire volutamente e in malafede l’U. S. Calcio Palermo e la sua Città ….. VERGOGNA!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy