Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

PALERMO-LATINA

Palermo, esordio in Serie C contro il Latina: Di Donato sfida il tempo ed il passato

Palermo, esordio in Serie C contro il Latina: Di Donato sfida il tempo ed il passato

Il Latino del tecnico Daniele Di Donato sarà il primo avversario del Palermo in questo nuovo campionato di Serie C. La sfida è in programma domenica 29 agosto alle 20:30 allo stadio Renzo Barbera

⚽️

La compagine di Giacomo Filippi si appresta ad iniziare il secondo campionato consecutivo in Serie C. Dopo la vittoria nel primo turno di Coppa Italia Serie C contro il Picerno, i rosanero scaldano i motori in vista dell'esordio in campionato al Barbera contro il Latina, club allenato da Daniele Di Donato, ex calciatore simbolo ed indimenticato idolo dei tifosi rosanero, protagonista con la maglia del Palermo di Maurizio Zamparini.

La società laziale torna quest'anno nella terza serie del campionato italiano dopo cinque anni di assenza, periodo in cui ha dovuto metabolizzare e superare  l'incubo del fallimento. L'ultima stagione tra i professionisti della compagine nerazzurra risale al 2016-2017 ,quando militava ancora in Serie B. In seguito alla retrocessione maturata a fine campionato, nell'estate successiva, a causa della mancata iscrizione al torneo di Serie C e ad alcune inadempienze amministrative e finanziarie, il tribunale del Lazio decreta il fallimento del LatinaCalcio.

Il nuovo sodalizio laziale prende vita appena in tempo per ripartire dalla Serie D con il nome di SSD Latina Calcio, acquisendo il titolo sportivo della vecchia società sotto la guida del patron Fernando Leonardi prima e di Antonio Terracciano poi. Dopo quattro stagioni in Serie D, nell'annata 2020-21 giunge seconda nel girone G, vincendo i playoff di categoria battendo il Savoia in finale. Il club ha presentato la domanda di ripescaggio, successivamente ufficializzato il 7 agosto dello stesso anno. Il Latina può quindi celebrare il suo ritorno tra i professionisti.

La promozione raggiunta a poche settimane dalla conclusione del mercato estivo mette a dura prova la società e il ds Marcello Di Giuseppe che, insieme al presidente Terracciano, lavora alacremente per mettere a disposizione di mister Di Donato una rosa competitiva al fine di affrontare al meglio il campionato di Serie C. Diversi nuovi acquisti sono arrivati alla corte del club di piazza Prampolini: l'organico della squadra è stato completamente stravolto, con il solo estremo difensore Alonzi superstite dell'undici titolare dello scorso anno. Il ritardo nella preparazione e nella formazione della rosa non ha consentito alla società laziale di effettuare amichevoli pre-campionato. Il primo step è una gara ufficiale, il primo turno della Coppa Italia di Serie C giocato contro la Turris, sfida che i nerazzurri perdono di misura.

Fra i numerosi profili di rilievo innestati in organico possiamo annoverare il duttile attaccante Lorenzo Di Livio, ex Potenza classe 1994, che nell'ultima stagione ha collezionato con la maglia del club rossoblu 27 presenze e 5 assist. Il trequartista andrà a occupare probabilmente il ruolo di elastico, all'occorrenza seconda punta di manovra, nel 4-4-2 di base utilizzato da Di Donato, facendo coppia con un altro acquisto dei nerazzurri, ossia Lorenzo Rosseti, svincolatosi dal Como e reduce da una stagione in Serie C con i lariani, in cui ha disputato 16 partite segnando un gol. Ai due esperti attaccanti di categoria è stato affiancato il giovane Adama Sanè, prospetto interessante, classe 2000, proveniente dalla primavera del Verona.

Volti nuovi anche a centrocampo, con l'arrivo di Andrea Tessione, giovane esterno classe 1999 che proviene dalla Vis Pesaro e che può occupare tutti i ruoli in zona nevralgica, prediligendo la parte destra del terreno di gioco. Esperienza e carisma, invece, portati in dote dal trentaduenne Stefano Amadio, lo scorso anno pilastro  in Serie D nel Fano. Elemento navigato e dal comprovato rendimento in categoria, Amadio vanta 291 presenze in Serie C e  40 in Serie D, impreziosite da 8 gol e 11 assist. Per il reparto difensivo da sottolineare l'ingaggio di Eros De Santis, terzino sinistro, ex Viterbese, che può ricoprire anche la posizione di difensore centrale, adattandosi all'occorrenza anche sulla fascia destra.

Il poco tempo a disposizione della società per completare la struttura della squadra potrebbe risultare un handicap per il Latina ma, come dichiarato dal presidente Terracciano nel giorno dell'ufficialità del ripescaggio del club laziale in Serie C: "Partiti in ritardo, ma saremo all'altezza. Saranno giorni intensi e che passeremo al lavoro per regalare alla piazza, alla tifoseria e alla città tutta un organico competitivo ed in grado di riportare il giusto entusiasmo per i nostri colori nerazzurri".

tutte le notizie di