Palermo, entro nove giorni servono 2,3 milioni: rischio deferimento e -4 in classifica. I dettagli

Palermo, entro nove giorni servono 2,3 milioni: rischio deferimento e -4 in classifica. I dettagli

Entro il 18 marzo devono essere saldati gli stipendi, poco più di una settimana per trovare una soluzione

Sempre allo stesso punto.

Il Palermo è tornato al punto di partenza. Dopo il capitolo Sport Capital Group, con il conseguente impossessamento delle quote da parte del duo De Angeli-Foschi, il club rosanero è stato costretto ad una corsa contro il tempo per riuscire a trovare i fondi per pagare gli stipendi. Esattamente lo stesso “problema” di oggi.

Cessione Palermo, weekend di fuoco: caldo l’asse Foschi-Preziosi, ecco il nodo da sciogliere…

Il club di viale del Fante ha nove giorni di tempo per riuscire a saldare gli emolumenti, cosa che un mese fa fu risolta con l’ingresso di Dario Mirri, imprenditore palermitano che ha acquistato per la cifra di 2,8 milioni la gestione della pubblicità all’interno dello stadio. L’edizione odierna de Il Giornale di Sicilia in merito alle scadenze evidenzia che quella relativa al pagamento degli stipendi: “Non è più il 16 marzo (come da regolamenti federali), bensì il 18 come data ultima per saldare emolumenti, ritenute Irpef e contributi Enpals relativi al periodo gennaio-febbraio 2019. Il rischio è sempre lo stesso: deferimento su segnalazione della Covisoc e possibile penalizzazione di quattro punti in classifica. Servono circa 2,3 milioni di euro per «tappare» quest’ultima falla“.

Cessione Palermo: Mirri in missione per concludere col gruppo Preziosi, Foschi intanto…

Un pagamento che da questo punto di vista sarebbe praticamente definitivo: “Dopo questa scadenza, infatti, non ne sono previste altre prima del 30 giugno, quando bisognerà saldare tutte le pendenze precedenti per potersi iscrivere al campionato – si legge sul quotidiano –. Per portare a compimento la stagione, però, serviranno altri soldi: in primis quelli per pagare i fornitori e i procuratori, a cui è stato chiesto di resistere qualche giorno in vista della cessione della società“.

Cessione Palermo, tutti in fila per il club rosanero: Preziosi non molla, spunta un gruppo cinese e si rifà vivo Cascio…

Il Palermo continua la sua corsa contro il tempo per trovare un acquirente che riesca a sollevare il club da uno stato di evidente difficoltà economica. In pole vi è sempre la cordata della quale fa parte l’attuale patron del Genoa Enrico Preziosi, in corsa anche l’imprenditore foggiano Raffaello Follieri. Il futuro della società rosanero resta appesa ad un filo.

Cessione Palermo, la chiave Macaione: la strategia del gruppo legato al banchiere. Mirri e Preziosi…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy