Primavera 3, Catanzaro-Palermo 2-2: Garofalo e Corona non bastano a Capodicasa, Meante firma il pari nel big match del girone G

Il Palermo Primavera sfiora il colpaccio in casa del Catanzaro

Palermo

Il big match, valido per la sesta giornata del girone G di Primavera 3, tra Catanzaro e Palermo è terminato con il punteggio di 2-2.

Primavera 3, Palermo-Catania 2-2: i rosanero sprecano il doppio vantaggio, etnei di rimonta

Secondo pari consecutivo per i baby rosanero guidati da mister Antonello Capodicasa. Partita dal notevole coefficiente di difficoltà e dall’elevato peso specifico per la Primavera del Palermo impegnata sul campo della forte e promettente formazione calabrese. Noti e consolidati blasone e modus operandi del fiorente e prolifico settore giovanile del Catanzaro. La compagine siciliana si trovava a pari punti con i giallorossi prima del fischio d’inizio dell’arbitro e ha anche seriamente rischiato di trovarsi in vetta al termine della sfida di cartello del girone G.

Palermo, la parabola di Aziz Toure: la Diciotti, la famiglia a Balestrate ed il gol al Catania. La favola del talento ivoriano

Ad aprire le marcature per la squadra di casa era stato Cusimano, freddissimo ed implacabile dagli undici metri, che ha trasformato il penalty concesso ai calabresi dal direttore di gara. Il Palermo, in virtù di identità tattica e spessore caratteriale, non si è però disunito e prima con Garofalo, poi con il classe 2004 Corona ha ribaltato momentaneamente il parziale proiettandosi così verso la conquista dei tre punti. Un successo esterno di prestigio che avrebbe potuto imprimere una svolta decisiva nell’avvincente corsa al vertice con la stessa formazione calabrese. Clamoroso, però, l’errore che è costato carissimo alla franchigia palermitana, quasi allo scadere del tempo regolamentare. Disattenzione difensiva fatale che ha propiziato la rete di Meante, bravo a cogliere l’attimo e firmare la zampata del pari definitivo.

I segnali che giungono da quel di Catanzaro sono comunque più che positivi per il Palermo. Settore giovanile rosanero che è stato totalmente rifondato dopo il tramonto dell’era Zamparini e che, con filosofia di gestione e budget ben diversi rispetto al passato, sta edificando, step by step, un progetto a medio-lungo termine gettando solide basi.  Lungimiranza, raziocinio, competenze tecniche e gestionali, fanno del Responsabile del settore giovanile rosanero, Leandro Rinaudo, il principale artefice in ambito dirigenziale di un percorso fin qui oculato e brillante, impreziosito dal conseguimento di risultati che vanno ben oltre le ragionevoli aspettative della vigilia. La squadra di Antonello Capodicasa è ancora imbattuta nel girone G di Primavera e condivide il primato con lo stesso Catanzaro. Palermo che si proietta così verso l’ultima partita del girone d’andata in programma il 10 Aprile contro il Bari, penultimo con 6 punti.

Casertana-Palermo 2-3: Tris di Lucca e di vittorie esterne consecutive. Filippi si gode il trionfo rosa, ma che ingenuità nel finale!

Di seguito, la classifica del girone G di Primavera 3 aggiornata.

Catanzaro 12

Palermo 12

Monopoli 10

Catania 10

Virtus Francavilla 9

Bisceglie 7

Bari 6

Vibonese 1

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy