Monza, Galliani: “Covid? Ho sofferto l’inferno. In ospedale ho evitato l’intubazione per un motivo”

Le parole del dirigente dei brianzoli

monza

Mi sono reso conto che nella vita ciò che conta di più è la salute.

Queste le parole di Adriano Galliani, dirigente del Monza e storico direttore sportivo del Milan intervenuto in merito al suo periodo di positività al Covid 19. Lunghe le settimane di malattia dell’ex uomo mercato dei rossoneri, che in un’intervista rilasciata alla trasmissione Porta a Porta ha raccontato nei dettagli le sue sensazioni durante questa brutta esperienza.

Monza, la rivelazione di Sacchi: “Berlusconi mi voleva come dt, mi propose villa e maggiordomo”

Ecco le sue dichiarazioni: “Ho avuto molta paura e quando ho visto la luce dopo undici giorni di terapia intensiva ho pianto. Voglio innanzitutto ringraziare i medici e gli infermieri che mi hanno colpito per la bravura e l’umanità, mi curavano con passione e mi commuovo solo a ricordare queste cose. Non vedere la luce per 11 giorni, per me che sono un po’ claustrofobico e se posso non prendo gli ascensori, è stata dura, soffrivo le pene dell’inferno e quando dopo undici giorni sono passato in un reparto normale ho guardato fuori dalla camera e mi sembrava di essere al Four Season. Ho passato, seduto o in piedi, delle mezze ore a guardare il cielo e non avevo mai capito quanto fosse importante. Dopo 11 giorni e notti piangevo perché vedevo la luce, il cielo e ringraziavo la persona che mi ha curato il prof. Alberto Zangrillo che ha fatto questa scelta, ha deciso di ricoverarmi subito in terapia intensiva, sempre con la maschera d’ossigeno giorno e notte, ma cercando di evitarmi l’intubazione”.

Monza, Carlos Augusto: “Ho detto no a Inter e Roma, questo è il progetto giusto. Secondo posto? Rispondo così”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy