Tottenham, Mourinho: “Lavorare duro e non ottenere risultati fa male. Se fossi quello di una volta..”

Le dichiarazioni dello Special One in merito al momento buio vissuto dal Tottenham

Tottenham

Crisi nera in casa Spurs.

Manchester United, Raiola in tackle: “Ogni volta che dico la mia, in Inghilterra impazziscono tutti”. E sul futuro di Pogba..

Dopo le due sconfitte consecutive in Premier League contro Manchester City e West Ham, il Tottenham è sceso al nono posto in classifica. La panchina del tecnico portoghese in quel di Londra, sembra pertanto vacillare vistosamente. Nonostante il momento buio però, José Mourinho si è detto fiducioso ai microfoni della UEFA alla vigilia della partita di Europa League tra gli Spurs e il Wolfsberger. Di seguito, le sue dichiarazioni.

Tottenham

Sono molto fiducioso e credo che miglioreremo. Penso che entrerò nella storia del Tottenham per aver fatto bene e non il contrario“, ha detto l’ex tecnico dell’InterMourinho attualmente vanta il peggior rapporto di vittorie della sua carriera nelle prime 50 partite con un solo club. Con gli Spurs ha ottenuto i tre punti solamente nel 46% delle gare giocate, peggiorando il 52% che aveva fatto registrare al Manchester United. Tuttavia, il portoghese si sente in grado di superare questa pesante serie di sconfitte. “Grazie a Dio non sono l’allenatore che ero. Non sarei così calmo, con così tanta sicurezza e controllo delle mie emozioni, perché durante la mia carriera ho avuto problemi con quest aspetto”.

Serie A, l’analisi di Zaccardo: “Inter favorita, al Milan serve lucidità. Juventus? La Champions…”

Le quattro sconfitte dei londinesi nelle ultime cinque partite esemplificano il brutto momento vissuto dal club di Daniel Levy. Nonostante lo Special One sia comunque convinto che i buoni risultati alla fine arriveranno, sa anche  molto bene che non sarà facile abbandonare questo ciclo negativo. “E ‘una sfida. Ho sempre pensato di lavorare per la società, per i giocatori e per i tifosi. Il fatto di lavorare duro e di non ottenere risultati mi fa male. Vorrei sapere quale allenatore alla fine della sua carriera può dire che è stato tutto rose e fiori e che non ha avuto una giornata grigia o buia nella sua carriera. A meno che non sia stato qualcuno che è sempre stato in club dominanti, allora è più difficile avere momenti difficili”, ha concluso José Mourinho.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy