Monza, Brocchi: “Ognuno guardi a casa propria, i giocatori meritano il loro stipendio”

Il tecnico del Monza, Cristian Brocchi, dice la sua in merito al taglio degli stipendi per i suoi giocatori

Parla Cristian Brocchi.

Oltre alla possibile ripresa dei campionati, uno dei temi più caldi nel calcio italiano in questi giorni di emergenza per il Coronavirus riguarda la riduzione degli stipendi. Le società di Serie A e di tutte le altre categorie minori, infatti, hanno richiesto ai propri tesserati un taglio del salario per non aggravare troppo sulle case del club. In principio furono i giocatori della Juventus ad accordarsi direttamente con il presidente Andrea Agnelli, mentre in questi giorni anche il resto dei club stanno trovando i rispettivi accordi, in conformità con quanto decretato dalla Lega.

Serie A, Pasqualin: “Taglio stipendi? AIC attendista, perplesso e deluso da Tommasi”

Il tecnico del Monza, intervenuto ai microfoni di EsteNews, ha parlato del taglio degli stipendi dei giocatori, soffermandosi sulle difficoltà di coloro che, nelle serie minori, percepiscono un compenso non troppo elevato: “I giocatori del Monza guadagnano tanto perché se lo sono meritati sul campo, prima di venire a Monza. I nostri giocatori hanno sulle spalle un peso enorme, quello di una società importante con obiettivi importanti. E’ normale che guadagnino più di coloro i quali hanno altri obiettivi. Quando io giocavo al Milan prendevo 1/4 o 1/5 meno rispetto ai miei compagni top player: è il calcio che è così. I più forti guadagnano di più. Penso che i miei giocatori guadagnino le cifre giuste per le qualità che hanno, la carriera che hanno fatto e gli obiettivi che ha la nostra società. E’ troppo facile attaccarsi a queste cose: penso che ognuno debba guardare in casa propria. Mi arrabbio quando qualcuno parla della Serie C e dei suoi giocatori: bisogna rispettarli, ce ne sono una marea che guadagnano veramente poco e vanno tutelati ed aiutati. I vertici devono tenere in considerazione chi guadagna tanto e chi guadagna poco“.

Coronavirus, la proposta di Galliani: “Ecco come concludere i campionati. Giocare a porte chiuse e taglio stipendi? Ho la mia idea”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy