Serie C, Ghirelli: “Pubblico negli stadi necessario. Livorno come Trapani? Rispondo così. Palermo-Potenza…”

“Molte società rischiano il crac”, ha dichiarato il numero uno della Lega Pro

francesco ghirelli

Parola a Francesco Ghirelli.

“O si va verso una riapertura graduale degli stadi, nel rispetto della salute e delle indicazioni scientifiche, o è necessario intervenire a livello finanziario con contributi, defiscalizzazione, finanziamento delle spese per la prevenzione sanitaria. Altrimenti molte società rischiano il crac. Non hanno incassi, non hanno sponsor, non hanno potuto contare sugli abbonamenti. I tamponi e tutto quello che va fatto per la prevenzione hanno costi importanti”. Lo ha detto il presidente della Lega Pro, intervistato ai microfoni de ‘La Nazione’. Diversi sono stati i temi trattati da Ghirelli: dal caso Trapani, escluso dal campionato di Serie C, alla questione relativa all’emergenza Coronavirus.

Serie C

PALERMO-POTENZA – “Voglio ringraziare le società. Lo abbiamo visto con Grosseto-Renate e in altre gare. La collaborazione è massima, non ci sono state polemiche ma tanto buon senso. Peccato per Potenza-Palermo che recupereremo. Non ci fosse stato il turno infrasettimanale l’avremmo giocata lunedì. La salute e la sua tutela sono priorità imprescindibili tanto è vero che nel marzo scorso siamo stati il primo campionato a fermarsi. Lega Pro per questa stagione ha predisposto un piano di emergenza nel caso in cui l’esito dei tamponi effettuati nelle 48 ore antecedenti la gara dovessero emergere uno o più casi di positività. Una disciplina uniforme”.

Serie C, Palermo-Potenza: ecco quando sarà recuperato il match rinviato al “Barbera”. Il comunicato della Lega Pro

TRAPANI E NON SOLO – “La vicenda della gara Bitonto-Picerno ha determinato la scelta di portare il Foggia in C. Il Bisceglie nell’organico del girone Sud riguarda una riammissione. Non si è trattato di un ripescaggio perché il Bisceglie non poteva essere ripescato. Ci siamo uniformati a una decisione del giudice sportivo e mi dispiace moltissimo per la Pianese, società virtuosa che è un modello e che puntava a rimanere in serie C. Trapani, capitolo doloroso. La documentazione e le verifiche all’iscrizione ci dicevano che la situazione era a posto ma non è stato così e si è arrivati all’estromissione dal campionato. Una brutta vicenda che ci dice come le società che scendono dalla B spesso abbiamo problemi legati ai contratti pluriennali dei giocatori che in terza serie non sono sostenibili”.

LIVORNO – “A Livorno si rischia un altro caso Trapani? Mi auguro di no, siamo in una città importante che ha una tifoseria incredibile. Sono molto preoccupato e mi auguro che una persona di calcio come Aldo Spinelli svolga un ruolo importante per trovare una via di uscita e per far sì che il calcio amaranto possa continuare. Mi interrogo sul ruolo di Banca Cerea”.

ROSE E CORONAVIRUS – “Le rose a 24 giocatori hanno evitato uno sciopero dei calciatori? Scioperare sarebbe stato assurdo. E’ stata un’intesa onorevole. Partire il 27 settembre era fondamentale per la credibilità. I contagi aumentano? Ci auguriamo che la situazione non degeneri. Il nostro mondo ha bisogno di normalità, siamo fautori di iniziative dedicate al sociale apprezzate e di qualità. Ecco perché abbiamo coniato il motto: serie C, il calcio che fa bene al Paese”, ha concluso Ghirelli.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy