Inter, Vidal: “Serie A? La Juventus rimane la favorita, ma crediamo alla scudetto. Il migliore tra CR7 e Messi…

Le parole del centrocampista cileno nerazzurro

Sono qui per Conte, crediamo allo scudetto.

Così Arturo Vidal, centrocampista cileno dell’Inter intervenuto in vista dell’importante match di campionato contro l’Atalanta. Intervistato ai microfoni del Corriere dello Sport, l’ex giocatore di Barcellona e Juventus tra le altre ha parlato del divario tecnico in essere con i bianconeri in Seriie A e l’obiettivo stagionale dello scudetto: “Non ho paura a pronunciare la parola scudetto, in carriera ho vinto molto e sono venuto all’Inter per continuare a farlo. Sono convinto che riusciremo a sollevare un trofeo importante anche se la Juventus rimane la favorita numero uno per il tricolore. C’è un progetto serio e un allenatore che ha sempre voglia di vincere. Lo scorso anno la squadra era forte ed è andata vicina a conquistare l’Europa League grazie a giocatori ‘affamati’. Il gruppo ha tutto per ottenere qualcosa di importante e ora sono arrivato anche io.

Calciomercato Inter, occasione Milik a gennaio: Eriksen e Nainggolan fanno gola al Napoli. La situazione

Vidal ha poi fatto menzione del suo rapporto con il tecnico Antonio Conte e del percorso in Champions League“Sono qui soprattutto per lui. Siamo stati tre anni insieme alla Juventus, abbiamo vinto e quella è stata un’esperienza indimenticabile. Lui mi voleva: abbiamo parlato tanto la scorsa estate e sia lui sia la società hanno fatto il massimo per farmi venire all’Inter. Ho ritrovato lo stesso Conte della Juve. Lui ama il calcio, te lo fa sentire e ti trasmette la sua passione e la sua voglia di vincere, con lui mi trovo a meraviglia. Champions? Abbiamo molta fiducia e sono convinto che andremo avanti. Finora abbiamo lasciato per strada 2-3 punti e dobbiamo riprenderceli”.

DUESSELDORF, GERMANY – AUGUST 10: Romelu Menama Lukaku Bolingoli of FC Internazionale celebrates after scoring the second goal during the UEFA Europa League Quarter Final between Inter and Bayer 04 Leverkusen at Merkur Spiel-Arena on August 10, 2020 in Duesseldorf, Germany. (Photo by Claudio Villa – Inter/Inter via Getty Images)

Prima Pagina, Tuttosport: “L’ultima tentazione di Pirlo. Lukaku, rabbia Inter contro il Belgio”

Chiosa finale del classe ’87 sull’infinito confronto tra Messi – suo ex compagno al Barcellona – e CR7, oltre che sulle critiche ricevute per questo suo inizio di stagione al di sotto delle aspettative: “Chi è più forte tra Messi e Cristiano Ronaldo? Non c’è paragone. Messi è di un altro pianeta. Dei due anni che ho trascorso con lui a Barcellona mi sono rimaste nel cuore tante cose. Tra noi è nata una bellissima amicizia, un rapporto che resterà per sempre. Critiche? Per me sono uno stimolo, però tante volte sento e leggo critiche senza senso. Nel calcio quando uno fa una bella partita diventa un fuoriclasse, mentre se un campione sbaglia un incontro, di colpo viene considerato scarso. Certi giudizi non mi interessano: sono 15 anni che gioco a calcio al massimo livello e so come vanno le cose. Normale che tutti parlino di me e che mi critichino, ma io sono molto tranquillo e cerco di fare bene quello che chiede l’allenatore”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy