Palermo, la strategia Arkus Network: futuro Foschi-De Angeli, la situazione

Palermo, la strategia Arkus Network: futuro Foschi-De Angeli, la situazione

Oggetto di interrogativi e riflessioni le posizioni di Rino Foschi e Daniela De Angeli alla luce delle numerose incognite che pendono sul futuro del club di proprietà di Arkus Network…

Di Massimiliano Radicini.

Smentisco completamente“. Questa la risposta dell’attuale direttore sportivo del Palermo, Rino Foschi, in merito ad un suo possibile imminente addio dal Palermo, insieme all’attuale dirigente amministrativa Daniela De Angeli. Nella serata di ieri era iniziata a circolare la notizia, secondo la quale i due dirigenti sarebbero potuti esser licenziati per dare un segnale forte di discontinuità a Lega B e Federcalcio, vista la loro storica militanza nell’ambito della gestione legata all’ex patron della società di viale del Fante Maurizio Zamparini.

Macaione: “Ipotesi Serie C già contemplata nel piano, non ci ritiriamo. Le proiezioni di bilancio…”

Contattati dalla redazione di Mediagol.it entrambi i profili fiduciari dell’ex proprietario della società rosanero hanno smentito  tale ipotesi, con Foschi che abbastanza sorpreso ha dichiarato a più riprese di non comprendere origine, finalità e genesi di un’indiscrezione del genere, tra l’altro reputata totalmente priva di fondamento: “Smentisco categoricamente, non so da dove vengano queste notizie. Lo ribadisco, non c’è nulla di vero“. Dello stesso avviso è anche l’ex presidentessa del Palermo, Daniela De Angeli.

Palermo in Serie C, Foschi: “Ci aspettavamo il rigetto della CFA, ma siamo fiduciosi. Giorno 23…”

Nessuna lettera di licenziamento, né tanto meno avvisaglie di un loro possibile brusco e repentino allontanamento della società. Difficile quindi ipotizzare un addio a stretto giro di posta, anche in virtù delle parole rilasciate in conferenza stampa dalla famiglia Tuttolomondo, che ha elogiato a più riprese l’ottimo lavoro svolto dalla De Angeli e la professionalità mostrata nel corso della negoziazione con Arkus Network: “Vorrei ricordare che la signora De Angeli per la quale ho grande stima, non ha colpa se il Palermo negli ultimi anni ha navigato su acque che non gli competevano. È una stimata professionista che da oltre 40 anni vive di calcio, è colei che tra mille difficoltà ha mantenuto in vita il Palermo Calcio; ribadiamo che resterà il nostro direttore amministrativo“.

Il futuro dei due dirigenti è strettamente correlato al progetto tecnico-gestionale che verrà stilato anche e soprattutto in relazione a verdetto della Corte Sportiva di Appello al culmine dell’udienza fissata per il prossimo 23 maggio che stabilirà se accogliere o meno il ricorso del Palermo avverso alla sentenza del TFN che ha disposto in primo grado la retrocessione del club rosanero in Serie C. Nessun provvedimento imminente e tranciante, dunque, a carico di Rino Foschi e Daniela De Angeli, entrambi dirigenti molto stimati non solo dalla nuova proprietà ma anche in sede istituzionale nel panorama calcistico nazionale.

Cessione Palermo, S. Tuttolomondo: “Ho stima della De Angeli, non ha colpe. Il suo ruolo…”

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy