Palermo in Serie C, avv. Di Trapani: “Lega B causa di tutti i guai, vi spiego perché”. E su Frattini…

Palermo in Serie C, avv. Di Trapani: “Lega B causa di tutti i guai, vi spiego perché”. E su Frattini…

Le dichiarazioni rilasciate dall’avvocato Giovanni Di Trapani, esponente della class action dei tifosi rosanero, sulla scelta della Lega B di rendere immediatamente esecutivo la sentenza di primo grado del TFN che ha retrocesso in Serie C il Palermo

Parola a Giovanni Di Trapani.

L’avvocato palermitano sta seguendo insieme a Terminelli Palmigiano la class action presentata dal comitato “Rosanero Class Action – Play off per la legalità“, che contesta la decisione del Tribunale Federale Nazionale di retrocedere in Serie C il Palermo per gravi irregolarità amministrative. Intervenuto ai microfoni di TGS Studio Sport, il legale ha spiegato i sussistenti motivi per i quali il gruppo si sta muovendo. Di seguito le sue dichiarazioni.

La madre di tutti i guai credo sia stata la decisione che ha assunto la Lega B. Una decisione che definisco iniqua, illegittima e in conflitto di interessi. Da regolamento tale provvedimento non può essere assunto dalla Lega B, bensì spetta alla FIGC. Gli esponenti della Lega B, che ha scelto all’unanimità di escludere il Palermo dai play-off, hanno interesse nel prendere tale decisione. La scelta ha penalizzato oltremodo il palermo ed ha influenzato le successive decisioni, come quella della Corte d’Appello di negare l’istanza sospensiva o quella del CONI. Il presidente Frattini avrebbe dovuto assumere un provvedimento inaudita altera parte, non lo ha fatto e ancora più grave non ha radunato il Comitato di Garanzia poiché si trovava all’estero per un convegno“.

Palermo in Serie C, la class action dei tifosi rosa: primo atto inviato a FIGC, Coni e Lega B…

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy