Palermo-Avellino, Murawski ed Embalo convocati. Tedino: “Posavec? Mi sorprendo che si parli solo di lui”. Novellino e il rispetto per Zamparini, Dragotto sul caos societario…

Palermo-Avellino, Murawski ed Embalo convocati. Tedino: “Posavec? Mi sorprendo che si parli solo di lui”. Novellino e il rispetto per Zamparini, Dragotto sul caos societario…

La compagine siciliana si prepara al match del riscatto dopo l’ultima sconfitta subita, valevole per il torneo di Serie B: diversi i giocatori che rischiano di non esserci oggi a causa di problemi fisici, nonostante le convocazioni. Sull’istanza di fallimento il presidente del main sponsor rosanero…

Match day per i ragazzi di mister Bruno Tedino: oggi il Palermo affronterà in trasferta un avversario ostico come l’Avellino, fischio d’inizio alle ore 15:00 direttamente dallo Stadio Partenio-Adriano Lombardi.

(Avellino-Palermo: i convocati di Tedino, ci sono Murawski ed Embalo)

Una sfida ostica quella che attende la compagine rosanero, reduce da una pesante sconfitta casalinga subita in casa contro il Cittadella per ben tre reti a zero, e vogliosa del riscatto contro la squadra allenata da un altro ex rosa come il tecnico Walter Novellino.

(Avellino-Palermo: Novellino ne convoca 20, recuperato Ardemagni)

Giornata piena di dichiarazione ambo i lati quella di ieri, a parlare infatti sono stati sia il tecnico degli irpini che della squadra siciliana. “E’ una partita importante per loro come per noi”, così si è espresso Walter Novellino durante la consueta conferenza stampa pre-gara, ricordando poi anche i momenti passati alla corte del patron Maurizio Zamparini ai tempi del Venezia: “Le parole di Zamparini? Tutti vogliono vincere. Zamparini è una persona buona e spontanea che rispetto. Con lui ho vissuto due anni straordinari a Venezia, avevo sempre la valigia pronta, ma come tutti gli allenatori che hanno lavorato con lui”.

(Avellino, Novellino: “Rispetto Zamparini, lui buono e spontaneo. Vogliamo vincere, metteremo cattiveria agonistica”)

Sempre nella giornata di ieri, direttamente dalla sala stampa del “Tenente Onorato” di Boccadifalco, ha espresso degli importanti concetti ventiquattrore prima della sfida anche il tecnico del club di Viale del Fante Bruno Tedino, il quale dovrà essere bravo a far fronte a una rosa ricca di giocatori infortunati o non del tutto pronti per affrontare i 90 minuti. Di seguito alcune delle sue interessanti dichiarazioni in merito al match di oggi, valevole per il difficile campionato di Serie B.

(Tedino: “Cittadella? Colpa mia, ecco il mio errore… “)

Murawski? È uscito dalla partita contro il Cittadella con un infiammazione al ginocchio e non si è allenato, quindi valuteremo. Embalo? Si è svegliato con una caviglia molto gonfia e adesso quindi vedremo se convocarlo o meno. Posavec? Mi sorprendo che si parli solo di lui, è il nostro portiere e secondo noi ha fatto delle ottime partite. Ha fatto una grande parata su punizione e nessuno lo ha applaudito, qualsiasi cosa faccia questo ragazzo è sempre sbagliata. Noi siamo molto attenti alla valutazione dei giocatori, è un ottimo portiere che a volte può sbagliare. I ragazzi giovani hanno bisogno di qualche sberla per migliorare, prendo come esempio Donnarumma che è il migliore dopo Buffon ma anche lui commette errori come quello di ieri sera in Europa League.

(Tedino: “Gli attributi si dimostrano dicendo in faccia ciò che si pensa. Lo spogliatoio è compatto…”)

Quello di domani sarà un bel test, contro una squadra fortissima. Non vedo l’ora di giocare la partita di domani, per dimostrare di che pasta siamo fatti. No, non credo che ci sia un concetto di casa o fuori casa – ha dichiarato Tedino -, credo che sia più un concetto di spazi. Vedo dei ragazzi molto disponibili a reagire. Ho visto allenarsi molto bene la squadra questa settimana. La settimana scorsa avevo la sensazione di aver preparato molto bene la partita. Probabilmente io per primo non sono riuscito a far capire alla squadra che tipo di avversario trovavamo. Conosciamo solo una voce, un modo di fare: lavorare, mettendoci alle spalle sia le cose positive che quelle negative. Col Cittadella abbiamo preso un bel cazzotto che vogliamo restituire il prima possibile, la gara è stata pessima e sotto ritmo. È stata la prima prestazione molle in queste prime 15 partite. Sia in casa che fuori casa non abbiamo mutato i nostri principi di far calcio. In trasferta abbiamo trovato qualche spazio in più”.

(Tedino: “Posavec? Anche Rispoli ha iniziato male e poi ha recuperato”. E su Coronado…)

CAOS SOCIETARIO…
Opinioni che non sembrano mai mancare sulla situazione societaria in casa Palermo, decisamente importanti ed interessanti sono quelle espresse nella giornata di ieri ai microfoni de “La Repubblica” dal presidente di Sicily by Car, main sponsor del club rosanero, Tommaso Dragotto: “Questo clima influisce anche sulla squadra, mi auguro che Zamparini riesca a dimostrare la sua estraneità ai fattiNon c’è diritto alla difesa, fa più notizia l’attacco a Zamparini che non quando lo stesso proprietario del Palermo dice di avere le carte in regola. E questo clima influisce anche sulla squadra. Non ho mai visto giocare il Palermo male come lunedì sera, nemmeno quando ha perso contro il Novara“. (Clicca qui per approfondire)

(Tedino: “Gnahorè potrebbe giocare. Trajkovski? Lui ha un solo problema. Ai tifosi dico…”)

OGGI AVELLINO-PALERMO ALLE ORE 15:00
Come di consueto, Mediagol.it seguirà la partita di oggi in tempo reale grazie alla diretta testuale minuto per minuto della difficile sfida che attende la compagine rosanero. Durante la giornata saranno diversi gli spazi dedicati alle opinioni dei tifosi in merito alla sfida, come il sondaggio sul risultato finale alle ore 9:30 e i commenti sulla gara a partire dalle ore 16:30. Come sempre, la nostra redazione seguirà e riporterà in tempo reale tutte le dichiarazioni dei vari protagonisti della sfida di Serie B in diretta nel pre-partita e in seguito al triplice fischio finale.

(Tedino: “Mercato? Normale guardarsi intorno. Ecco che giocatori vorrei…”)

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. gerryromeo196_44 - 2 anni fa

    Non capisco come possa insistere Tedino a difendere Posavec. facendo notare che noi tifosi vediamo solo gli errori ma non lo applaudiamo quando fa buone parate. ma è connesso quando afferma cio? l’abbiamo ormai visto, capito , e realizzato tutti che sbaglia sistematicamente. E’ incapace di salire lo scalino e migliorarsi è questo il suo limite , possibile che un tecnico non lo comprende?. come si fa a convincersi che soltanto perchè è un patrimonio e probalbilmente imposto da Zamparini debba essere messo a prescindere da tutto in campoa discapito di Pomini . domanda se lui dice che è un buon portiere la domanda spontanea da fargli sarebbe : invece Pomini non lo è? le risulta inferiore a Posavec?.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy