Equipe Sicilia, Argento: “Mazzotta? Ricordo quando lo acquistammo, darà tutto se stesso. Addio La Gumina? È il prezzo da pagare…”

Equipe Sicilia, Argento: “Mazzotta? Ricordo quando lo acquistammo, darà tutto se stesso. Addio La Gumina? È il prezzo da pagare…”

Le parole dell’ex responsabile del settore giovanile rosanero sul ritorno al Palermo del laterale mancino e sull’addio del talento palermitano

Ventuno anni nel settore giovanile del Palermo ricchi di soddisfazioni personali, quelli trascorsi in rosanero da Rosario Argento.

L’ex responsabile del settore giovanile del club di Viale del Fante, attualmente direttore generale di Equipe Sicilia, a margine della presentazione dello staff del progetto ha ricordato l’anno dello Scudetto Primavera (2009) che coincise con l’esplosione di diversi giovani palermitani, tra i quali figurava Antonio Mazzotta.

Equipe Sicilia, Argento: “Ho sempre ricercato giovani talenti, mi piace l’idea di poter aiutare chi non ha una squadra…”

“Mazzotta? Io ho condiviso tantissimo con Antonio, la sua è una storia particolare perché lo prendemmo con la Primavera in un amichevole contro il Kamarat.  Il mister di allora ossia Rosario Pergolizzi, nonostante Mazzotta facesse bene la fase offensiva, lo reinventò anche come esterno basso a sinistra. Lo acquisimmo per una cifra davvero irrisoria (5000 euro) e ricordo che in quella stagione vincemmo anche lo Scudetto Primavera. Avevo proposto di inserirlo in prima squadra, ma c’è anche da dire che la rosa del Palermo in quell’anno faceva davvero paura e non era semplice trovare spazio. Mazzotta ha fatto una bella trafila e auguro a lui e al Palermo un bel viatico per iniziare, sono sicuro che da palermitano avrò qualche motivazione in più”.

Equipe Sicilia: parte la nuova avventura, alla ricerca del contratto ‘perduto’

Il dirigente palermitano si è anche soffermato sulla cessione da parte del Palermo del talento di casa Antonino La Gumina che ha scelto l’Empoli per il prosieguo della propria carriera.

“Dopo la delusione della scorsa stagione con la sconfitta in finale play-off, per il Palermo aver ripreso Rino Foschi è stato senza dubbio un fattore positivo. Ricordiamo il lavoro che ha fatto a Cesena nonostante la situazione non fosse tra le più semplici e avesse pochissimi mezzi a disposizione. La Gumina? Se gli avessero chiesto di rimanere per provare a centrare la Serie A, come è stato fatto con gli altri ragazzi palermitani, sono sicuro che avrebbe detto di sì. La cessione di Nino è il prezzo da pagare per poter allestire una squadra che possa avere delle soddisfazioni”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy