Cessione Palermo: documentazione incompleta, la Lega B vuole chiarezza. Rosa a rischio penalizzazione…

Cessione Palermo: documentazione incompleta, la Lega B vuole chiarezza. Rosa a rischio penalizzazione…

Campanello d’allarme in casa rosanero: la Lega di Serie B ha inviato una nuova comunicazione in viale del Fante, servono nuovi documenti. E se saltano i pagamenti di febbraio c’è il rischio di -2 in classifica

La Lega B vuole vederci chiaro”.

Apre così l’edizione odierna de Il Giornale di Sicilia, ribadendo  la richiesta fatta Federazione alla nuova proprietà del Palermo Calcio riguardante le documentazioni da presentare sulla solidità finanziaria e i requisiti di onorabilità del gruppo acquirente. Inviati in via Rosellini quasi due settimane fa, i documenti presentati sarebbero incompleti e la Lega avrebbe preso in mano il dossier per cercare di fare chiarezza su un passaggio di quote ancora avvolto nel mistero. Il timore è che gli inglesi non riescano a far fronte alle prossime scadenze amministrative, con il primo mese del 2019 che volge ormai al termine e la prima data segnata in rosso sul calendario ormai imminente: il 16 febbraio. E’ questo il giorno nel quale i tesserati del club rosanero attendono il pagamento degli stipendi relativi al bimestre dicembre-gennaio, se non dovessero arrivare interverrebbe la Covisoc con la minaccia di una penalizzazione di due punti in classifica.

Caos Palermo, Perinetti: “Situazione analoga al fallimento del Napoli. Zamparini un generoso, gli sono vicino…”

Il mese di gennaio sarebbe stato un mese chiave, come sottolineato dalla società di revisione Baker Tilly Revisa. Quanto previsto dal revisore dei conti si avvicina ormai alla realtà: “Le evidenti difficoltà per fare fronte alle obbligazioni in essere a partire dal mese di gennaio 2019 annunciate da Baker Tilly Revisa si sono concretizzate in tanti campanelli d’allarme scattati all’unisono nelle scorse settimane. Si parte con le ingiunzioni di pagamento arrivate e quelle attese, tutte provenienti da procuratori che attendono da tempo i loro compensi, per poi proseguire con gli stipendi di alcuni dipendenti saldati in ritardo“.

Palermo, Tommasi avverte: “Stiamo monitorando situazione, attività di accertamento già avviate”

Come sottolineato dal quotidiano regionale, infatti, diversi sono i debiti che i siciliani avrebbero maturato nei confronti dei procuratori dei giocatori rosanero, una cifra da 14,3 milioni che andrebbe pagata entro fine giugno. Le casse della società “piangono”, dell’aumento di capitale non c’è traccia e a confermarlo è anche il pignoramento di una parte degli introiti della cessione di Aljaz Struna agli Houston Dynamo, quasi 300mila euro sequestrati per far fronte al pagamento di un agente. Procuratori da una parte, fornitori dall’altra che attendono la riscossione dei propri stipendi ed una società ancora assente dal punto di vista della gestione del club. Due settimane per onorare la prossima scadenza, ma per la Lega serve maggior chiarezza.

Inchiesta Palermo Calcio, Zamparini tra caffè e sorrisi amari: il primo giorno dell’ex patron ai domiciliari

Perché chiunque prenda possesso di almeno il 10% delle quote di un club professionistico italiano è tenuto ad inviare alla Lega di appartenenza i documenti che attestino l’onorabilità dell’acquirente e la solidità finanziaria dello stesso. Nel caso del Palermo, sarebbe proprio il secondo requisito a non aver convinto“. La Federazione è pronta a fare le proprie valutazioni mentre in viale del Fante sono attesi i soldi annunciati da Sport Capital. Quei 15 milioni presenti sulla carta sotto forma di prestito obbligazionario che non costituisce liquidità fin quando qualcuno non lo sottoscrive.

Cessione Palermo, caos Zamparini: i pm indagano sul passaggio di proprietà, in cassa non c’è un euro. Spettro crac, la cessione di Struna…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy