Spezia, ecco Saponara: “Impatto positivo, questa una bella realtà. Primo gol? Sono pronto per la Sampdoria”

La presentazione del neo giocatore bianconero

spezia

Dal primo momento in cui sono arrivato ho avuto delle bellissime impressioni.

Così Riccardo Saponara, diventato ufficialmente negli scorsi giorni un nuovo centrocampista dello Spezia. La squadra di Vincenzo Italiano era alla ricerca di un trequartista dall’assoluta qualità e tutte le piste hanno portato all’ormai ex calciatore della Fiorentina, nella quale aveva trovato poco spazio in questo inizio di Serie A. Il rifinitore classe ’91 ha parlato nella conferenza stampa della sua presentazione, trasmettendo in maniera piuttosto marcata la sua felicità per un trasferimento che apre una nuova finestra nella sua carriera. Ecco le sue parole:“L’impatto è stato positivo e la partita di Napoli mi ha aiutato ad entrare ancora di più in armonia con i ragazzi visto il risultato che abbiamo ottenuto e il modo di festeggiare tutti insieme. Italiano mi ha trasmesso i suoi principi che condivido a pieno, avendo lavorato con allenatori che credono negli stessi concetti come ad esempio Sarri e Giampaolo. Fisicamente mi sento bene. A Firenze, nonostante abbia collezionato solo due presenze, ho trovato continuità di allenamenti. Mi manca sicuramente un po’ di ritmo partita ma credo che nelle prossime uscite riuscirò a trovare questo aspetto della condizione fisica. Nasco come trequartista però negli ultimi anni mi sono inserito in contesti dove questa figura non era prevista. Ho dovuto adattare le mie caratteristiche al modulo di gioco delle squadre in cui ho militato. Questo mi ha permesso di ampliare il mio bagaglio tecnico e oggi mi vedo un po’ come mezzala e come mezza punta”.

Spezia, Pobega euforico: “Gattuso fondamentale per la mia crescita. Io come Marchisio? Magari!”

Poco tempo per pensare al futuro, dunque, Saponara guarda già al prossimo match di campionato contro la Sampodoria per un suo possibile esordio dal primo minuto in maglia ligure:”La Samp è una squadra esperta, quadrata, con un allenatore che va molto sul pratico. E’ una squadra che concede pochi spazi e che fa molto male quando riparte. Dovremo colmare quest’aspetto con grande lucidità, stando attenti a non regalare palloni sanguinosi per le loro ripartenze perché dietro concede poco e davanti ha giocatori di gamba, rapidi e tecnici per poter far male in campo aperto. Io cercherò di dare il mio contributo alla causa per provare a raggiungere l’obiettivo che è la salvezza. Ho voglia di giocare a calcio, divertirmi, lavorare bene e imparare nuove cose. E’ anche questo ciò che mi ha spinto a venire qua”.

Calciomercato Napoli, i partenopei spingono per Nzola: la posizione dello Spezia è chiara

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy