Ridotta la pena per Zamparini: niente radiazione per l’ex patron del Palermo Calcio

Ridotta la pena per Zamparini: niente radiazione per l’ex patron del Palermo Calcio

L’ex proprietario del club rosanero ha parzialmente vinto il ricorso presentato presso la Corte federale d’appello, squalifica ridotta a quattro anni

Zamparini schiva la radiazione“.

Apre così l’edizione odierna de Il Giornale di Sicilia parlando dell’ex proprietario del Palermo Calcio, società dichiarata fallita lo scorso 18 ottobre dal tribunale di Palermo. Zamparini, a seguito del ricorso dopo la sentenza di primo grado della giustizia sportiva che lo aveva condannato alla radiazione e alla preclusione di primo grado, ha ottenuto una riduzione della pena a quattro anni. Il collegio presieduto da Luigi Caso ha “escluso” che le condotte di Zamparini siano state determinanti per “l’iscrizione ai campionati di Serie A 2016/17 e di Serie B 2017/18“, nonostante restino “ovviamente gravi le diverse violazioni accertate, indice di una gestione economico-finanziaria e patrimoniale della società lontana dalle regole di prudenza contabili“.

Zamparini-Mediagol, tutta la verità: “Io cacciato come un lebbroso, Palermo parentesi bellissima. Spero di poter tornare a tifare per i rosanero”. E sulle plusvalenze…

Nonostante ciò secondo la Corte federale d’appello “non può essere affermato che le predette violazioni abbiano effettivamente consentito, quale effetto, l’iscrizione della società“. La motivazione risiede nel fatto che tali presunte violazioni non sono supportate da specifiche prove.  Il nodo ruota attorno alla spinosa questione Mepal-Alyssa. Secondo il collegio non può esserci la certezza che il club rosanero, senza suddetta operazione, non sarebbe riuscito ad iscriversi. Proprio per tale ragione: “Adesso, però, l’ex patron non rischia più la radiazione“, conclude il quotidiano.

U.S. CITTA’ DI PALERMO: IL TRIBUNALE DICHIARA IL FALLIMENTO

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy