Palermo, ricorso per la Serie B: nella documentazione presenti 160 allegati. I dettagli

Palermo, ricorso per la Serie B: nella documentazione presenti 160 allegati. I dettagli

La Covisoc riferirà oggi al Consiglio federale il proprio parere in merito all’esclusione dalla B dei rosa. L’avvocato Di Cintio: “Qualora il Consiglio federale dovesse assumere una decisione che neghi la licenza, il Palermo potrà presentare ricorso al Coni”

La Covisoc riferirà oggi al Consiglio federale il proprio parere in merito all’esclusione dal campionato di Serie B ai danni del Palermo, che ha presentato ricorso nei tempi prestabiliti e che domani conoscerà anche il verdetto finale da parte della Figc

L’edizione odierna de Il Giornale di Sicilia introduce così il tema relativo al ricorso presentato dal club siciliano per quanto riguarda l’esclusione del Palermo Calcio dal prossimo campionato cadetto. Il Consiglio federale Prenderà in esame il solo ricorso – come spiega ai taccuini del noto quotidiano regionale l’avvocato Cesare Di Cintio, esperto di diritto sportivo – e non potrà essere presentata documentazione ulteriore rispetto a quella già esaminata, né potrà essere effettuato o integrato alcuno degli adempimenti“.

(Palermo in Serie D, blitz di Ferrero in città: Mirri si prepara per il rush finale)

Per queste precise ragioni la società di Viale del Fante parrebbe non possedere delle concrete possibilità di ribaltare il risultato di giovedì scorso, ossia quando l’organo di vigilanza ha messo in luce una corposa serie di omissioni all’interno della domanda d’iscrizione presentata dal club rosanero, tale da renderla appunto inammissibile:

Sporting Network ha allegato alle 43 pagine del ricorso una documentazione composta da 160 allegati, nel tentativo di dimostrare la propria tesi in merito ad una tentata truffa subita per ciò che riguarda la fideiussione e il conseguente «legittimo impedimento» per il mancato pagamento di debiti sportivi e stipendi dei tesserati“.

(Palermo, presentato il ricorso per l’ammissione in Serie B. I dettagli)

Il parere negativo espresso dalla Covisoc, però, si baserebbe anche su delle altre contestazioni ed il Consiglio federale dovrà tenerne conto nel dare il proprio giudizio: “Qualora il Consiglio federale dovesse assumere una decisione che neghi la licenza – prosegue l’avvocato Di Cintio il Palermo avrà la possibilità di presentare ricorso al Coni“.

Come riportato stamani dal noto quotidiano regionale, dunque, l’ultima spiaggia sarebbe rappresentata da un eventuale ed ulteriore ricorso in sede sportiva e non in quella di giustizia ordinaria. In ogni caso, in seguito al parere della Figc atteso per la giornata di domani, il sindaco Leoluca Orlando potrà far infine partire il bando per l’assegnazione del titolo sportivo dei rosanero in Serie D ad una nuova compagine cittadina: “Ritengo che il termine ultimo sia ormai imminente – conclude Di Cintioe che quindi possa essere auspicabile che il sindaco attenda pochi giorni“.

(Palermo, ricorso carta della disperazione: il Venezia lavora per la Serie B. Pomini e Fiordilino…)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy