Palermo, Filippi: “Nessun dubbio sulla squadra, contro il Foggia servirà una cosa. Saraniti? Ecco la mia decisione”

Le parole del tecnico rosanero in conferenza stampa

Palermo

Bisogna dare il massimo da qui alla fine.

Queste le parole di Giacomo Filippi, tecnico del Palermo intervenuto in conferenza stampa per presentare il prossimo appuntamento casalingo, valido per il recupero della trentatreesima giornata di  Serie C, contro il Foggia.  L’allenatore della compagine rosanero ha detto la sua in merito a questo importante crocevia ma non solo, concentrandosi anche sulle prestazioni della sua formazione nelle ultime gare.

Palermo, gli infortuni di Somma e Palazzi: il report del club rosanero

Ecco le sue parole:”Contro la Vibonese la squadra non mi è dispiaciuta, ha fatto quello che stato preparato durante la settimana. Il modulo e il sistema di gioco che continueremo ad adottare è e rimarrà questo.  La squadra è molto attenta a quello che fa e tiene bene il campo, così messi in campo possiamo fare buone cose. Dopo Caserta non c’erano troppe perplessità, soltanto oggi mi sono reso conto che il modulo non piaccia. Andiamo avanti per la nostra strada e a fine anno tireremo le somme. Foggia? Non è una sfida decisiva ma determinante, dovremo dare il massimo come abbiamo fatto in tutte le altre. I punti sono sempre tre, c’ è da dire che le partite restanti sono sempre meno”.

Palermo

Foggia, Cau alla vigilia: “La mia sul Palermo, guai a sottovalutarli. Formazione? Siamo in emergenza”

Filippi ha poi proseguito il suo intervento presentando più nel dettaglio la delicata sfida contro il Foggia, crocevia fondamentale per l’accesso ai play-off: “Ho detto che non è decisiva ma è determinante, facendo gli scongiuri del caso ne mancheranno altre tre. Saranno decisive quelle dei play-off, perchè se perdi sei fuori. Contro la Vibonese abbiamo offerto un’ottima prestazione, se fosse entrato il gol di Floriano o fosse stato fischiato il rigore a Santana staremmo parlando di altro. La squadra è consapevole che dovrà correre per dare il massimo senza lasciare nulla al caso. Saraniti? Andrea è convocato, la scorsa settimana non lo è stato per scelta tecnica. Anche lui come tutta la squadra ha avuto delle difficoltà a concretizzare le tante occasioni create, stessa situazione che è avvenuta anche con mister Boscaglia. Non so se ci sarà la possibilità di vederlo dall’inizio”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy