“Palermo-Cavese, Filippi: “Non ci possiamo permettere certi errori. Bene Broh, De Rose e Rauti…”

Le parole del tecnico rosanero nella conferenza stampa di fine gara

Palermo

Alcuni errori sono inconcepibili a questo punto della stagione.

Palermo-Cavese 3-2: Rauti firma il sucesso rosanero al festival degli errori. Filippi incassa tre punti pesanti in ottica playoff

Queste le parole di Giacomo Filippi, tecnico del Palermo intervenuto al termine del match di Serie C contro la Cavese. L’allenatore della franchigia rosanero ha analizzato, nella canonica conferenza stampa post partita, il successo casalingo maturato al termine dei 90′ del Renzo Barbera con il punteggio di 3-2. Tre punti ottenuti per il rotto della cuffia, con la compagine ospite che più volte ha messo in seria difficoltà la retroguardia guidata tra i pali da Alberto Pelagotti.

SONDAGGIO: Vota il MIGLIORE e il PEGGIORE in campo di Palermo-Cavese 3-2

Di seguito le dichiarazioni del tecnico, concentratosi in particolare sull’aspetto mentale della gara e sulla condizioni di alcuni giocatori del suo organico: “La testa è quella che decide di far muovere le gambe e come farle muovere, avevamo preventivato che si potessero prendere sottogamba alcuni aspetti della partita. Sono stati commessi troppi errori che non ci possiamo permettere a due giornate dalla fine in una partita così difficile. Difesa alta? Ci consente di regalare profondità agli avversari, il problema è che si gioca anche quando non si ha la palla e noi oggi invece abbiamo giocato solo quando in possesso. Abbiamo creato tanto e credo che l’unico aspetto positivo sia questo, sugli altri aspetti ho rimproverato i ragazzi. De Rose, Valente e Rauti? Ciccio ha fatto un’ottima gara ed è in ottima condizione psicofisica, stessa cosa per Valente che come gli altri ha giocato solo quando avevamo la palla. Oggi mi è piaciuto Broh, si è sacrificato molto e ha dato tutto anche quando lo abbiamo spostato a destra perchè Doda non ne aveva più. Oggi è venuta a mancare la cattiveria, per Rauti siamo contenti che abbia fatto gol ma deve essere più cattivo sotto porta. Deve essere molto più letale negli ultimi 16 metri”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy