Liverpool, van Dijk: “Ci sono ancora tante partite, non è possibile pensare già alla vittoria della Premier League”

Liverpool, van Dijk: “Ci sono ancora tante partite, non è possibile pensare già alla vittoria della Premier League”

L’intervista al centrale olandese dei Reds: “Champions League? Non ci sentiamo appagati, la fame è ancora più forte di prima. Tutti vogliono rivivere questo tipo di serate”

La pressione è maggiore ma è solo una questione mediatica. Ai media piace metterci maggiore pressione, ma a me non dispiace perché non ci penso. Io penso solo che voglio vincere tutte le partite

Virgil van Dijk, difensore del Liverpool campione d’Europa in carica, ha parlato così ai microfoni di Sky Sports UK del momento di forma decisamente positivo vissuto dai Reds di Jurgen Klopp, soffermandosi inoltre sulle ambizioni da perseguire in Premier e Champions League nel corso dell’attuale stagione sportiva. Di seguito le dichiarazioni rilasciate dal centrale olandese anche in vista della sfida di campionato contro il Manchester United.

Pensate già alla possibilità di vincere il titolo dopo ciò che è successo l’anno scorso?
Ci sono ancora talmente tante partite che non è possibile pensare già alla vittoria della Premier League. Non dobbiamo farlo e non lo facciamo, ma essere già in testa è ovviamente la situazione migliore in cui trovarsi a questo punto dell’anno. Abbiamo imparato che non dobbiamo guardare a ciò che fanno gli altri fino alla fine della stagione“.

Vi sentite appagati dopo la vittoria della Champions League?
Assolutamente no, la fame è ancora più forte di prima. Tutti vogliono rivivere questo tipo di serate“.

E la Premier League?
Tutti abbiamo dei sogni e quando inizia una competizione pensi solo a vincerla. Anche con la Champions League abbiamo iniziato con questa idea e ci siamo riusciti. Speriamo di riuscire a vincerla quest’anno, altrimenti ci riproveremo ancora l’anno prossimo. Non abbiamo niente da perdere“.

La partita contro il Manchester United?
Non è la situazione ideale per loro vista l’assenza del portiere titolare e di uno dei centrocampisti più forti a disposizione. Saranno delusi ma noi dobbiamo concentrarci solo su noi stessi. Loro vorranno una sorta di rivincita visti i risultati ottenuti fino a ora, ma noi vogliamo pensare solo a vincere e aumentare il nostro vantaggio in campionato“.

Cosa cambia quando si indossa la fascia da capitano?
Il mio ruolo è lo stesso, con o senza fascia. Cerco di assumermi le mi responsabilità, cerco di guidare i ragazzi urlando a tutti da dietro, da dove ho una visione d’insieme“.

(Liverpool, la lezione di Manè: “Ferrari, diamanti e lusso non servono a nulla. Io ho fatto la fame, preferisco aiutare gli altri…”)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy