Inter, Lukaku: “Talento e attitudine per raggiungere gli obiettivi. Quella scommessa con il C.t dell’Under 19 belga…”

Le parole dell’attaccante nerazzurro

inter

Romelu Lukaku è ormai la colonna portante dell’Inter.

Inter, Klinsmann sentenzia: “Lukaku tra i primi 5 al mondo, rispetto a Ibrahimovic e Lewandowski…”

Milan-Inter, il Lippi-pensiero: “Ai rossoneri serve il salto di qualità. Tonali? Non è il nuovo Pirlo”

Il centravanti belga, fin dal suo arrivo a Milano, è diventato imprescindibile all’interno delle gerarchie di Antonio Conte, trascinando la compagine nerazzurra fino alla, seppur momentanea, vetta della Serie A. Tutto questo grazie alla dedizione e alla professionalità che l’ex Manchester United ha sempre dimostrato di avere da circa due anni a questa parte. In occasione di una clip girata a bordo di una lussuosa Maserati Levante Trofeo, l’attaccante classe ’93 ha raccontato un curioso aneddoto legato ad una scommessa fatta da lui ai tempi della Nazionale Under 19 belga. Di seguito le sue dichiarazioni:“Tutti giocano a calcio, ma non tutti hanno la possibilità di diventare il migliore per la propria generazione. Quando ero nell’Under 19 ho fatto una scommessa con il mio allenatore: gli dissi che prima di dicembre avrei segnato 25 gol. Non mi diede retta. Gli dissi che se avessi segnato quei 25 gol lui avrebbe dovuto cucinare pancake per tutti i giocatori che arrivavano coi minivan da tutta la nazione per allenarsi. Invece che a dicembre, segnai 25 gol già a novembre. Ha dovuto fare pancake per tutti, si ricorda ancora di questa storia. Se vuoi raggiungere i tuoi obiettivi, ti servono attitudine e talento; il talento è il motore, l’attitudine l’acceleratore“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy