Inter-Juventus, Conte: “Grande rispetto per Pirlo, ma abbiamo fame di vittoria. L’assenza di Lukaku? Rispondo così”

le parole del tecnico nerazzurro

inter

La qualificazione si giocherà in 180 minuti e sarà importante la prima partita.

Queste le parole di Antonio Conte, intervenuto ai microfoni di Rai Sport per presentare la sfida di Coppa Italia contro la Juventus. Il confronto con la compagine bianconera – valido per l’andata della semifinale della competizione – è l’ennesimo test probante per la compagine nerazzurra, che qualche settimana fa in Serie A è riuscita a battere proprio la formazione di Andrea Pirlo con il parziale di 2-0.  L’ex C.t della Nazionale azzurra chiama i suoi ad un’altra prestazione convincente e di assoluta sostanza, tenendo comunque presente la portata dell’avversario e il rispetto che bisogna avere nell’affrontare un’organico come quello della Vecchia Signora. Ecco le sue parole: “Ci deve essere sempre grande rispetto nei confronti di una formazione molto forte, dovremmo fare sicuramente una grande partita ed essere molto bravi. Lo scorso anno contro il Napoli in semifinale abbiamo perso in casa e poi non siamo riusciti a rimontare, nonostante un’ottima partita al San Paolo. Bisognerà essere bravi e cercare di fare del nostro meglio“.

VIDEO Calciomercato Juventus, Khedira all’Hertha Berlino: i suoi numeri con la maglia bianconera

Conte ha poi proseguito spiegando quanto pesi effettivamente l’assenza per squalifica di Romelu Lukaku, vero riferimento centrale di tutta la franchigia interista: “Non è la prima volta che manca Romelu, ci sarà Alexis insieme a Lautaro e sono convinto che faranno molto bene. Romelu sta bene, ha risposto sul campo, poi ha fatto due gol contro il Benevento e ora avrà modo di riposare, anche se in maniera forzata per via della squalifica. Lavorerà per ripresentarsi alla ripresa di campionato in buona condizione“.

Inter-Juventus, Pirlo: “Conosciamo bene Conte, abbiamo le idee chiare. Formazione? Rispondo così”

Chiosa finale del tecnico ex Chelsea sul recupero di Eriksen e sul contributo che potrà dare a tutto l’organico: “È un bravissimo ragazzo e si sta impegnando tanto quindi stiamo cercando di lavorare con lui e di trovare più soluzioni per dare la possibilità sia a me che alla squadra di avere comunque un’alternativa su cui poter contare“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy