Granada-Napoli, Gattuso: “Con 10 giocatori non si va da nessuna parte! Adesso non conta passare il turno”

Le parole del tecnico degli azzurri al termine della sfida di Granada

napoli-granada

Un Napoli decimato dalle assenze cade malamente in quel di Granada.

Europa League, sedicesimi di finale: la Stella Rossa beffa il Milan, la Roma sul velluto a Braga

Gli azzurri si sono presentati alla sfida valida per i sedicesimi di finale di Europa League senza nove calciatori potenzialmente titolari e di conseguenza con un undici obbligato. Il tecnico dei partenopei, Rino Gattuso, ai microfoni di Sky al termine del match, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni.

Europa League, Granada-Napoli 2-0: sconfitta pesante per Gattuso, adesso servirà l’impresa

“Dobbiamo essere più precisi, dobbiamo rivedere l’approccio alla partita ma per come siamo messi e per quello che abbiamo fatto meritavamo qualcosa in più. La priorità in questo momento è recuperare i giocatori, siamo dieci contati. Abbiamo perso anche Politano. Passare o non passare, ma dove si va se siamo in 10 giocatori?! Osimhen è stato fuori 93 giorni che non sono pochi, gioca ancora con una fasciatura e non è al 100%. Deve trovare continuità e brillantezza per esprimere il suo gioco, in questo momento ha tante pause e non riesce a esprimere il suo gioco. Ma il problema non è solo Osimhen, oggi potevamo fare di più in zona gol ma io lo spirito l’ho visto. Se una squadra non sta bene fisicamente non tiene il Granada nella sua metà campo, abbiamo macinato gioco e creato nel secondo tempo. Quando vai sotto di due gol è difficile e in questo momento il problema non è la condizione fisica. Il problema è che quando prendi due gol vai in difficoltà e stiamo subendo gol che prima non prendevamo”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy