Giugliano-Palermo, il presidente Sestile: “Giocare contro i rosanero sarà un’emozione unica, aspettiamo con ansia questa sfida”

Giugliano-Palermo, il presidente Sestile: “Giocare contro i rosanero sarà un’emozione unica, aspettiamo con ansia questa sfida”

“Purtroppo non giocheremo nella nostra città, le nostre gare casalinghe le faremo a Mugnano e non ci saranno nemmeno i tifosi ospiti e questo mi spiace tantissimo”

Match fondamentale.

La partita di domani tra Giugliano e Palermo sarà una gara importante per entrambe le compagini. I rosanero, reduci dal successo interno nel derby contro l’Acr Messina, hanno l’intenzione di proseguire nella loro marcia e cercare di mantenere quantomeno invariato il distacco dalla inseguitrici, dall’altra parte i gialloblu non vogliono interrompere la loro striscia di successi interni in questa stagione (sei vittorie su sei gare). Intervistato da La Gazzetta dello Sport, il presidente del club campano ha parlato della gara di domenica allo stadio Vallefuoco di Mugnano:

Sarà un’emozione unica – commenta il giovane presidente del Giugliano Gaetano Sestileper noi del Giugliano sarà una sfida storica. Il Palermo non lo devo presentare io, mi sarebbe piaciuto che ci fosse stato anche mio padre, al suo posto adesso ci sono io, la mia famiglia e mio zio. Aspettiamo tutti con ansia e piacere un match contro un club blasonato. Purtroppo non giocheremo nella nostra città, le nostre gare casalinghe le faremo a Mugnano e non ci saranno nemmeno i tifosi ospiti e questo mi spiace tantissimo. È un’occasione storica per il Giugliano e per la città e mi sarebbe piaciuta una adeguata cornice di pubblico. Ci auguriamo di poter incontrare di nuovo in futuro il Palermo“.

Pergolizzi: “Contro il Giugliano sarà difficile, ecco cosa chiedo alla squadra. Ambro dal 1′? Rispondo così”

Sulla sfida contro i rosanero si è espresso anche il tecnico del Giugliano, Massimo Agovino: “Sono tranquillo, sereno come tutta la squadra certe partite si preparano da sole, è una gara importante, vorrei far bella figura. Perché non provare a batterli? Ci potrebbe scappare il colpaccio, sarebbe il coronamento di un cammino storico, pochi anni fa giocavamo nel calcio rionale“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy