Caos Lazio, dottor Pulcini: “Fondamentale tutelare salute calciatori! Tamponi rapidi? Rispondo così”

Il responsabile medico della Lazio, Ivo Pulcini, dice la sua sul caos Lazio

“La prima cosa che va tutelata è la salute dei calciatori”.

Queste le parole del responsabile medico della Lazio, Ivo Pulcini, intervenuto in merito al caos tamponi da coronavirus scoppiato in casa biancoceleste. Intervenuto ai microfoni di Radiosei, il noto professionista ha espresso la sua opinione riguardo tutta la situazione che, da due settimane a questa parte, sta attivamente coinvolgendo la sua squadra, con indagini e conseguenze sul prosieguo della stagione in corso.

LIVE Serie A, Lazio-Juventus: segui la diretta su Mediagol.it a partire dalle 12.30

Di seguito, le sue dichiarazioni.

“Questa storia sembra un teleromanzo: si dice anche che non mi sono presentato alla Procura. Io sono sereno e tranquillo. La società ha voluto controllare i tre giocatori sospetti di Covid positivo e hanno chiamato un altro ente per verificare. La società ha anche deciso di chiamare una struttura super qualificata (Campus Bio-Medico), ma probabilmente c’è stato un fraintendimento. Per fare un controllo infatti non basta un tampone rapido come quelle effettuato dal Campus. Se un tampone è positivo bisogna applicare un ulteriore controllo per rilevare il famoso gene N. È stato effettuato uno di questi tamponi rapidi, che anche se positivo ha l’obbligo di essere rianalizzato. E non si poteva fornire questi dati alla stampa”.

Lazio, tamponi negativi per la squadra di Inzaghi: due positivi al Coronavirus tra i membri dello staff

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy