Inter-Milan, Pioli: “Vincere questo derby ci darebbe entusiasmo. Ibrahimovic? Il solito Zlatan”

L’allenatore deI rossoneri ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida di campionato contro i nerazzurri

Stefano Pioli

Torna la Serie A con Inter e Milan che si affronteranno nel derby di Milano, in programma sabato 17 ottobre  alle ore 18.00 in quel di San Siro.

Il tecnico dei rossoneri Stefano Pioli, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida, ha chiarito le proprie sensazioni in vista di questo importante appuntamento: “Il Milan ha la propria identità e il suo modo di giocare, nel nostro lavoro gli esami non finiscono mai, ed è un esame importante e difficile. Ho avuto poco tempo a disposizione ma vale anche per i nostri avversari. Il nostro è un percorso che è iniziato un anno fa e abbiamo ampi margini di miglioramento, ma rispettiamo l’avversario che viene visto come probabile vincente del campionato. Entriamo in campo con convinzione”, ha spiegato.

DERBY – “Gap ridotto con l’Inter? Sono d’accordo ma dobbiamo dimostrarlo sul campo. La rivalità si sente, purtroppo non ci saranno i tifosi. Ma che sia una partita sentita è sicuramente vero, dobbiamo preparare al meglio questa partita e giocare meglio degli avversari. Speravo di arrivare al derby con tre vittorie in campionato e con il superamento dei turni in Europa, ci arriviamo bene ma ci arrivano bene anche i nostri avversari. Battere l’Inter ci darebbe entusiasmo, ma pensiamo una gara alla volta. Pensiamo a crescere e migliorare. Ogni gara serve per migliorare, ci vedrà di fronte ad un avversario forte. E’ stata importante la sconfitta dello scorso derby, da quella gara abbiamo fatto tesoro degli errori, abbiamo capito che basta mollare un attimo l’attenzione per subire schiaffi. È stata una palestra importate e su quella sconfitta abbiamo costruito il nostro momento”.

IBRA E NON SOLO – “Ibra ha avuto un problema ma l’ho ritrovato come sempre, sorridente, volitivo, determinato e generoso, sta bene poi è chiaro che ha avuto solo una settimana di allenamenti. Ed è pronto per giocare. Opportuno mandare i giocatori nelle nazionali? È una decisione della federazione e dei club. Abbiamo avuto poco tempo per preparare il derby ma lo stesso problema l’ha avuta la nostra avversaria. Hauge? Ottima impressione, ragazzo sveglio e attento, ha caratteristiche importanti per giocare. Si sta già sforzando con la lingua. Rebic? Non sarà disponibile per domani, sta meglio e questo è importante, ha evitato l’intervento ma settimana prossima avrà un nuovo controllo per capire quali saranno i tempi di recupero”.

Inter-Milan, Donnarumma: “Non voglio prendere gol, il ritorno di Ibra ci dà la carica”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy