LE PAGELLE DI AVELLINO-PALERMO 1-0. Disastro rosa, battuti senza combattere

Il Palermo cade in casa dell’Avellino con un gol che non si vede nemmeno nei tornei amatoriali. Tanti i peggiori, nessun migliore. Leggi le pagelle di Mediagol

Di Fabrizio Anselmo
Il Palermo viene battuto da un modesto Avellino grazie a un gol da oratorio: spazzata di Silvestri da prima del centrocampo e rimbalzo che beffa Pelagotti. Sabato prossimo contro il Bisceglie al Barbera non sono assolutamente concessi altri passi falsi.

PELAGOTTI 4
Due parate difficili su due tiri insidiosi, poi quel gol assurdo da centrocampo dopo un rimbalzo tutto sommato prevedibile.

ACCARDI 5,5
Gioca col freno a mano restando sin troppo inchiodato alla difesa per dare spazio alle temibili ‘scorribande’ di Kanoute. Oggi sarebbe servita la sua spinta sulla fascia.

PALAZZI 6
Tiene bene la posizione e chiude gli spazi agli inserimenti dell’Avellino. Prestazione positiva anche in impostazione.

SOMMA 6
Raddoppia costantemente sulla sinistra per permettere a Doda di spingersi in avanti. Bene anche nella sua zona di competenza.

DODA 5,5
Gioca con l’atteggiamento di chi vuole dimostrare all’allenatore di meritare una maglia da titolare ma commette qualche errore di troppo per eccesso di foga e sicurezza, come la palla persa in difesa o il tiro al volo che esce dallo stadio. ALMICI (dal 68′) S.V. torna in campo dopo più di due mesi e fa intravedere qualcosa di buono.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. attiliocelano6_3617658 - 3 settimane fa

    “Sabato prossimo contro il Bisceglie al Barbera non sono assolutamente concessi altri passi falsi.”, voglio ripartire da qui con questa ultima affermazione dell’editorialista in cui sembra ANCORA dare un un’ulteriore opportunità a questa disastrata armata “Brancaleone ” di essere vista e supportata dai tifosi in modo incondizionato come se niente fosse.
    Forse il signor Mirri e tutta la sua ciurma non ha ben compreso che significa essere il presidente-proprietario del PALERMO F.C., credo pure che gli sia stato rivolto un un’invito a mollare tutto e fare un passo indietro vista la sua scarsissima competenza nel mondo del pallone.
    Lasci ad altri ciò che per lui è troppo grande e difficile da gestire, ritorni ad occuparsi della sua azienda pubblicitaria, se ne è capace, altrimenti si dedichi ai nipotini.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy