Lazio, Lotito e la lotta al razzismo: “Il club si costituirà come parte civile”

Lazio, Lotito e la lotta al razzismo: “Il club si costituirà come parte civile”

Il presidente della Lazio, Claudio Lotito, ha parlato della lotta contro il razzismo

La Lazio continua la sua campagna contro il razzismo.

Nella giornata di ieri il club biancoceleste ha ricevuto una nota da parte della UEFA in merito ai cori razzisti e ai saluti romani ad opera di alcuni tifosi durante la sfida di Europa League contro il Rennes. La società aveva dunque pubblicato un comunicato ufficiale, affermando di essersi messa a lavoro coordinatamente alle autorità competenti, per rintracciare i responsabili e allontanarli definitivamente dallo stadio Olimpico.

Lazio, la crociata contro il razzismo: “Individueremo i responsabili e li allontaneremo dagli stadi”

A confermare la lotta e l’impegno della Lazio è intervenuto il presidente Claudio Lotito, queste le sue dichiarazione riportate da Il Messaggero: “Il club si costituirà parte civile nel caso dovesse esserci un processo a carico di coloro che a seguito delle indagini di PG effettuate dagli ordini di polizia, dovessero risultare responsabili. Un modo per tutelare tutti quei tifosi che assistono alle partite nel rispetto delle regole e dei comportamenti. Bisogna evitare che le colpe di pochi ricadono su tutti e che, in parole povere, che l’Olimpico laziale venga chiuso per questi comportamenti“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy