Inter-Bayer Leverkusen, Godin: “Godiamoci il momento, noi squadra vera. La semifinale…”

Inter-Bayer Leverkusen, Godin: “Godiamoci il momento, noi squadra vera. La semifinale…”

Le dichiarazioni di Diego Godin al termine di Inter-Bayer Leverkusen

L’Inter conquista le semifinali di Europa League.

Sul campo della Esprit Arena questa sera la squadra di Antonio Conte si è imposta sul Bayer Leverkusen in occasione dei quarti di finale della competizione. Due a uno il risultato finale, grazie alle reti di Nicolò Barella e Romelu Lukaku, a nulla è servito invece il gol degli avversari firmato da Kai Havertz. Al prossimo turno il club di Milano affronterà la vincente di Basilea-Shaktar.

Europa League, Inter-Bayer Leverkusen 2-1: Barella e Lukaku, Conte vola in semifinale

Il difensore nerazzurro Diego Godin, intervenuto ai microfoni di Sky Sport al termine del match, ha commentato il successo e ha detto la sua sulla prossima sfida: “Dobbiamo aspettare di sapere con chi giocheremo, poi ci dobbiamo riposare. Godiamoci questa situazione che dopo dieci anni l’Inter gioca una semifinale europea. Non sarà facile arrivare in finale ma per noi la finale sarà la prossima partita. E’ una partita secca, sappiamo che sarà difficile. Abbiamo davanti tutte squadre che giocano sempre la Champions e sono abituate a giocare competizioni europee. Dobbiamo rispettarle ma noi stiamo facendo tante cose buone e dobbiamo continuare su questa strada“.

Inter-Bayer Leverkusen, Conte: “Grande soddisfazione, ma potevamo chiuderla. Lukaku? Vi dico la mia”

A proposito, invece, del momento personale: “Tutto quello che ho fatto in carriera lo devo mettere in campo. Dopo tanto tempo, giocando in una maniera diversa, ho messo in campo quello che chiede il mister che era diverso come spazio rispetto a ciò che facevo all’Atletico e in Uruguay. La maniera di giocare è diversa, devo fare tanta fatica in corsa indietro e pressando alto. Oggi sto bene e posso aiutare in campo la squadra. L’esperienza si vede dalle piccole situazioni. Se vuole il mister gioco anche in attacco (ride, ndr). Posso giocare a destra o a sinistra, è uguale. Oggi mi sento bene ed è importante per quello che chiede il mister. Poi penso che stiamo facendo individualmente prestazioni molto buone perché stiamo giocando da squadra”.

“Stiamo facendo – continua Godin cose buone sia in difesa che in attacco. Quando la squadra sta bene, tutti andiamo meglio e alziamo le prestazioni. Per me, prima che il calciatore, è importante la parte umana e il rispetto. Sapevo che se non giocavo dovevo lavorare di più e ho fatto quello. Nel lockdown mi sono allenato sempre di più, sono tornato più forte e sono entrato in squadra piano piano sempre rispettando il compagno perchè se sto in in panchina significa che c’è un compagno che gioca e devo rispettarlo, anche se il giocatore vuole sempre giocare. Metto sempre davanti la squadra, la cosa importante è che vinca l’Inter“.

Inter-Bayer Leverkusen, Barella: “Risposta a chi diceva che non eravamo squadra. Devono temerci”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy