Torino-Genoa, Nicola: “Test per valutare la rosa, ma vogliamo i quarti di Coppa Italia”. E sul campionato…

Torino-Genoa, Nicola: “Test per valutare la rosa, ma vogliamo i quarti di Coppa Italia”. E sul campionato…

Le dichiarazioni rilasciate dal tecnico rossoblù Davide Nicola alla vigilia di Torino-Genoa, gara valida per gli ottavi di finale di Coppa Italia

La Coppa Italia torna in campo.

Torino Genoa domani sera (fischio d’inizio in programma alle 21.15) si sfideranno all’Olimpico di Torino in occasione della prima gara valida per gli ottavi di finale della competizione.

Il tecnico rossoblù Davide Nicola, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match, ha presentato la gara contro i granata: “Per me è un casting. Valuteremo con lo staff medico che potrà giocare due gare in quattro giorni. E’ possibile che ci siano dei cambi ma può essere che giochi anche chi è sceso in campo col Sassuolo. Domani è una partita da dentro o fuori che ci può permettere di fare uno step in più. Sono poi tra l’altro 28 anni che il Genoa non si regala i quarti di finale. Ci teniamo tentassimo a farci questo regalo. Mi auguro che nasca una partita fatta di sano agonismo. Abbiamo l’esigenza di integrare tutti anche se non sono tutti al 100%. Non ci sono tutti i giocatori che hanno i 90 minuti nelle gambe ma c’è l’aspetto mentale. Domani si incontrano le due squadre con cui ho legato più da giocatore ma ora sono allenatore del Genoa. Ritroverò degli amici e delle persone che conosco ma ora per me esiste la mia squadra ed è il Genoa. Serie A e Coppa Italia sono competizioni diverse ma la motivazione deve essere la stessa. Può succedere che passi il turno come no. Noi in questo momento abbiamo l’esigenza di concentrarci sulla prestazione individuale e di squadra. Fare la prestazione e fare del proprio meglio fa la differenza oggi e per il futuro”.

Genoa-Sassuolo, Nicola: “Pandev straordinario, ma serve migliorare. Decisioni arbitrali? Ho la mia idea”

A proposito, invece, del terribile momento che il Genoa, fanalino di coda, sta vivendo in Serie A: “Vista la condizione di classifica dobbiamo migliorare nella gestione della partita. In cinque giorni abbiamo agito sulle priorità. Questa squadra può crescere nello sviluppo in verticale. Hanno interpretato molto bene la partita i ragazzi. Noi abbiamo la necessità di capire che il Genoa deve lottare ovunque e contro chiunque esprimendo la propria identità. Abbiamo l’esigenza di essere chiari. Devo valutare gli elementi in rosa. Per me è assolutamente importante capire chi è nelle condizioni di essere consapevole della situazione e una volta finite queste due partite ci sarà un confronto con la società dove io dirò la mia idea tecnica e si vedrà il da farsi. La cosa importante i giocatori è che esprimano tutto quello che hanno dentro”.

Genoa, l’agente di Radu non ci sta: “Non può fare il secondo di Perin. Ritorno all’Inter? Valuteremo il da farsi”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy