Fiorentina-Atalanta, Iachini: “Avversari bravi, abbiamo fatto troppi errori. Serve salto di qualità”

Fiorentina-Atalanta, Iachini: “Avversari bravi, abbiamo fatto troppi errori. Serve salto di qualità”

Le dichiarazioni rilasciate dal tecnico viola Beppe Iachini al termine di Fiorentina-Atalanta

Un’altra sconfitta per la Fiorentina.

La Viola, reduce dal ko della scorsa giornata contro la Juventus, ha subito la rimonta quest’oggi  tra le mura amiche contro l’Atalanta. La classifica non sorride ai toscani, che si trovano a quota 25 al quattordicesimo posto della classifica.

Serie A, Fiorentina-Atalanta 1-2: Zapata e Malinovskyi, la Dea vince in rimonta e vola al quarto posto

Il tecnico Beppe Iachini, intervenuto in conferenza stampa al termine della gara, ha commentato la prestazione dei suoi: “Oggi abbiamo affrontato una squadra che ha molta qualità nel palleggio e dovevamo essere più bravi in difesa stando alti anche se il problema più grande è quello di aver mancato diversi passaggi in uscita. Dobbiamo avere più qualità in possesso palla, dovevamo essere più bravi a uscire nel modo giusto. Poi potevamo creare più occasioni, mai nate perché al secondo passaggio sbagliavamo sia la qualità che la scelta. Sbagliamo più in casa che fuori, dobbiamo essere bravi a crescere anche in personalità. Abbiamo diversi giovani ma è lì che dobbiamo fare un salto di qualità. Abbiamo concesso solo qualche tiro, ma hanno tirato pochissimo. Nella partita ci sono delle situazioni diverse. Se nei primi passaggi li fai bene, vai bene anche dopo. Se sbagli le prime tre-quattro, poi sembrava che non riuscissero più ad azzeccare un passaggio. Sul piano del palleggio e della qualità del gioco, abbiamo sbagliato tanto e non abbiamo costruito come fatto in altre occasioni. Dopo il loro vantaggio sono venute meno le forze. Dobbiamo lavorare ancora. Non è una questione mentale non siamo riusciti a seguire le azioni con passo e gamba. Era e diventa più importante, legare i reparti con i passaggi riusciti senza perdere palla. Oggi possiamo aver dato l’impressione di essere bassi perché in possesso non riuscivano ad alzarci col palleggio. E’ merito dell’Atalanta che ti gioca molto addosso, ma sono anche errori nostri. Questa squadra ha dato 7 gol al Torino e 5 al Milan, quindi essere stati dentro la partita è un merito, però dobbiamo fare meglio e insistere nel lavoro”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy