Coronavirus, stop anche in Argentina: l’allenamento speciale dei giocatori del River Plate

Coronavirus, stop anche in Argentina: l’allenamento speciale dei giocatori del River Plate

I giocatori del River Plate, fermi a causa dell’emergenza per la diffusione del Coronavirus, si sono allenati in un parco

I metodi di allenamento alternativi del River Plate.

L’emergenza per la diffusione del Coronavirus ha costretto gran parte dei paesi del mondo a prendere misure molto restrittive per cercare di limitarne il contagio e ridurre il prima possibile il numero dei casi positivi. A risentirne sono state chiaramente le manifestazioni sportive, e in particolar modo il calcio, che è stato interrotto in tutte le nazioni colpite. La prima della lunga lista di stati in cui il calcio si è fermato è stata l’Italia, dove la Serie A e tutte le altre categorie sono state sospese fino a data da destinarsi, seguita poi da Spagna, Germania, Francia e Inghilterra, dove si sono verificati casi di giocatori positivi al tampone per il COVID-19. Una situazione molto grave che ha costretto anche la UEFA e la FIFA a prendere una storica decisione, sospendendo momentaneamente anche Champions League Europa League, e slittando l’Europeo previsto per quest’estate al 2021.

UEFA, Ceferin su rinvio EURO 2020: “C’è stato spirito di cooperazione, decisione presa per il bene del calcio”

Ultima delle Nazioni che ha deciso di sospendere tutte le manifestazioni sportive è stata l’Argentina, che nella giornata odierna ha deciso di fermare la Primera División per salvaguardare la salute dei propri atleti. I club argentini avevano comunque già anticipato la scelta della Federazione, come il River Plate che ha sospeso tutte le attività durante il fine settimana appena trascorso. Per evitare che i giocatori perdessero il ritmo degli allenamenti a causa della quarantena per il Coronavirus, gli istruttori del club, Pablo Dolce, Diego Tulbovitz e Diego Gamalero hanno stipulato un programma di allenamento dettagliato. La routine include esercizi aerobici e di mobilità, che si possono facilmente svolgere anche tra le mura di casa, in palestra o nei parchi di Buenos Aires. E’ questa l’opzione che hanno preso in considerazione Julián Alvarez e Santiago Sosa, che si sono incontrati per allenarsi in un parco vicino allo stadio Monumental.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy