Coronavirus, Maradona sostiene l’Italia: “Mi unisco a Cannavaro e Ferrara, donate per la Croce Rossa”

Coronavirus, Maradona sostiene l’Italia: “Mi unisco a Cannavaro e Ferrara, donate per la Croce Rossa”

El Pibe de Oro ha sostenuto l’Italia nella lotta per la diffusione del Coronavirus, sostenendo una raccolta fondi per la Croce Rossa

Il bellissimo gesto di Diego Armando Maradona.

L’emergenza sanitaria per la diffusione del Coronavirus è arriva anche in Sud America, dove tutti i paesi hanno deciso di sospendere le manifestazioni sportive per limitare il contagio e preservare la salute di cittadini e atleti. Una scelta che in Argentina è stata presa nella giornata odierna, poco prima che la FIFA annunciasse lo slittamento dell’Europeo al 2021, una decisione necessaria per garantire la conclusione di tutti i campionati.

Coronavirus, stop anche in Argentina: l’allenamento speciale dei giocatori del River Plate

Anche Diego Armando Maradona, attualmente tecnico del Gimnasia La Plata, ha manifestato il suo consenso riguardo la decisione di sospendere il campionato argentino, ringraziando Sergio Marchi, presidente della Federazione Calciatori Argentina (FAA, Futbolistas Argentinos Agremiados), per la sua lotta in difesa della salute di tutti gli addetti ai lavori. Queste le parole de El Pibe: “Voglio ringraziare di cuore ‘Il Turco’ Sergio Marchi, presidente della FAA, per essersi preso cura di tutti i calciatori argentini, e di avermi contattato per conoscere la mia opinione ed informarsi sul mio stato di salute. Sono sempre stato dalla parte dei giocatori, indipendentemente dal club o dallo sport che gioco. C’è determinazione a fermare tutto, almeno fino al 31 marzo. Fermiamo i calciatori, fermiamo tutto, cosa stiamo aspettando?“.

Negli ultimi giorni erano infatti state diffuse alcune indiscrezioni secondo cui El Dies si trovasse in isolamento a causa del COVID-19, ma il vice-presidente del Gimnasia La Plata, Jorge Reina, aveva smentito tali voci durante un’intervista rilasciata ai microfoni di Radio Marte: “Maradona non è in autoisolamento. È vero, ha 60 anni e alcune patologie pregresse che lo rendono più a rischio rispetto ad altre persone. Ma smentisco però categoricamente che voglia lasciare la panchina della nostra squadra. Nell’ultima settimana ha allenato i ragazzi d è stato con loro in ritiro. Siamo felici di averlo scelto“.

Intanto Maradona ha dimostrato tutta la solidarietà all’Italia, rimasta nel suo cuore visto il legame affettivo con il Napoli, unendosi alla raccolta fondi per la Croce Rossa, chiamata “Be Champion, ItaliaWC2006” alla quale hanno partecipato anche Fabio Cannavaro e Ciro Ferrara: “Ciao, voglio unirmi ai Campioni del Mondo 2006, come Fabio Cannavaro e Ciro Ferrara, in questo evento solidale della Croce Rossa Italiana contro il Coronavirus. Tutti possiamo fare la nostra parte su GoFundME ItaliaWC2006 (link in bio). Io l’ho già fatto. Fai parte anche tu della nostra squadra: Uniti vinceremo ancora! Grazie mille a tutti!“.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy