Barcellona, Piqué: “No alla Superlega. Non voglio veder sparire club come il Napoli. Messi? Rispondo così”

Le parole del difensore catalano

barcellona

La Superlega è finalizzata alla distruzione del sistema calcio.

Superlega, Boniek: “Iniziativa banale e piena di errori, dfficile commentarla. Dichiarazioni Agnelli? Mi viene da ridere”

Così Gerard Piqué, che con tali parole è entrato anche lui di diritto nella cocente questione legata alla formazione della Superlega. Il difensore del Barcellona – uno dei club ancora all’interno della competizione – ha espresso il suo totale disappunto per l’avvio di questo nuovo progetto europeo che, a detta sua, sarebbe il punto di partenza per una distruzione alquanto celere del sistema calcistico europeo. Intervistato direttamente da Universo Valdano, l’ex giocatore del Manchester United ha voluto sottolineare quanto l’aspetto economico sia secondario rispetto ad un ambiente di valore come quello del calcio. Ecco le sue parole: “Non è una cosa positiva a lungo temine. Il fatto che i grandi club si uniscano per competere tra di loro rappresenta un qualcosa per il quale i numeri non tornano. Si parla di entrate tre volte superiori a quelle della Champions League, ovvero di una competizione nella quale già si sfidano le squadre più importanti, e siccome dietro a questa operazione ci sono fondi che puntano a profitti, quando vedranno che non c’è sostenibilità le squadre saranno costrette a lasciare i campionati nazionali e a giocare nei fine settimana. La Superlega farà suoi i ricavi dei campionati e la cosa è destinata a distruggere il sistema. Vogliamo realmente che scompaiano società come Siviglia, Leicester, Valencia, Napoli o Everton? Parliamo di club che arriveranno a valere zero. Le persone devono sapere dove stiamo andando. Il modello attuale potrebbe non essere quello corretto, ma c’è un sistema che non può essere rotto”.

Superlega, Laporta: “Il Barcellona resta prudente, ma il calcio necessita di un cambiamento”

In una seconda intervista rilasciata ai microfoni di Movistar +, invece, il difensore blaugrana ha parlato del futuro di Lione Messi e della sua possibile permanenza tra i ranghi dello storico club catalano: “Non saprei dirvi cosa succederà, ma credo che negli ultimi mesi lo abbiamo visto di nuovo felice e contento. Questo è importante perché Messi trasmette le sue emozioni alla squadra, essendone anche il capitano. Il Barça sta andando molto bene e gran parte del merito è di Leo. Noi che lo conosciamo bene lo sosterremo qualunque decisione prenda. Messi ci ha dato tanto, forse è il migliore della storia… Io posso solo dirgli grazie, come ho fatto personalmente tante volte. Proveremo a fare in modo che resti con noi il più possibile”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy