LE PAGELLE DI PALERMO-AVELLINO 0-2: Avellino corsaro al Barbera, rosa sempre peggio

In 16 partite ufficiali al Barbera, l’Avellino aveva vinto una sola volta nel 1980 (Coppa Italia), ma oggi i rosa hanno perso senza mai dare l’impressione di impensierire la porta avversaria. Che nessuno gli abbia detto che per fare gol bisogna tirare in porta?

SINTESI E DIFESA

Di Fabrizio Anselmo
Il Palermo perde al Barbera contro un Avellino che fa il minimo indispensabile per portare a casa il bottino pieno. Trame di gioco approssimative e pericolosità ai minimi storici. Il Palermo non sa segnare. Domenica prossima i rosa giocheranno in casa del Bisceglie per cambiare marcia e dare una scossa all’ambiente.

PELAGOTTI 5,5 sfiora solamente il pallone sul primo gol, mentre sul secondo chiude il rasoterra ma viene beffato dalla traiettoria del tiro a mezza altezza.

ACCARDI 5,5
Ci si aspettava che prendesse in mano le redini della difesa dettando tempi dietro e facendo partire l’azione avanti, ma in realtà crea solo tanta confusione lasciando spesso incustodita la sua zona di campo.

LANCINI 4,5
Solita sicurezza immotivata in mezzo alla difesa dove concede troppi spazi permettendo ai già rapidi attaccanti dell’Avellino di presentarsi palla al piede in velocità, come accaduto sul secondo gol.

PERETTI 5,5
Anche lui come i compagni di reparto sembra suonare uno spartito sbagliato. Meglio in avanti dove con le sue sponde è riuscito a creare qualche ‘pericolo’ (se si può parlare di pericolo per un pallone messo al centro dell’area dove non c’era nessuno).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy