Tottenham, Kane rivela: “Non sapevo dell’esonero di Mourinho, ecco quando l’ho scoperto”

Ecco le dichiarazioni dell’attaccante degli ‘spurs’

tottenham

Quella mattina sono arrivato al campo di allenamento e ho scoperto della decisione 5-10 minuti prima dell’annuncio.

Così Harry Kane, centravanti del Tottenham tornato a parlare dell’esonero a sorpresa di José Mourinho dalla panchina degli spurs. Dopo l’ennesimo flop in Premier League, la dirigenza del patron Levy ha optato per non proseguire il suo progetto con lo Special One, che solo pochi mesi fa era stato capace di portare i londinesi anche in testa alla classifica. Diversi problemi nella gestione della stagione e l’eliminazione clamorosa contro la Dinamo Zagabria in Europa League, sono state probabilmente le due gocce che hanno fatto traboccare un vaso già colmo di malumori e dispiaceri per l’annata sportiva corrente.

Premier League, Arsenal-Everton 0-1: Leno beffa i ‘gunners’, Ancelotti vede l’Europa. La classifica aggiornata

L’attaccante britannico ha parlato così della decisione della sua società, della quale è venuto a conoscenza soltanto pochi minuti prima dell’annuncio ufficiale: “Sono onesto, l’esonero di Mourinho mi ha stupito. Quella mattina sono arrivato al campo di allenamento e probabilmente ho scoperto della decisione 5-10 minuti prima dell’annuncio. Purtroppo è il calcio, non ti aspetti mai che il tuo allenatore venga esonerato ma accade: fa parte del gioco. L’addio di Mou è arrivato in un momento in cui gran parte della nostra attenzione era riservata alla partita contro il City. Ho avuto un ottimo rapporto con Jose e gli auguro il meglio per il suo futuro, ma sappiamo che il calcio può essere spietato e dobbiamo solo guardare avanti. Abbiamo una grande finale per la quale prepararci e non vediamo l’ora di giocarla. L’impatto di Mason? Ryan è stato fantastico in questi primi giorni – ha proseguito Kane –  per lui è come salire sulle montagne russe. Ha gestito benissimo l’intera situazione, i ragazzi e ovviamente la vittoria contro il Southampton è stata un momento importante. Io e lui siamo buoni amici e sono contento che possa allenare in uno dei migliori club del mondo. Vincere domenica con lui in panchina sarebbe davvero speciale”.

premier league

VIDEO Tottenham, Rooney tuona: “Mourinho esonerato? Rispondo così”

Chiosa finale del centravanti dei londinesi in merito all’ormai noto caos Superlega, rispetto al quale il Tottenham – prima tra i dodici club fondatori – ha fatto un consapevole passo indietro: “Non mi piaceva l’idea, comprendo perfettamente il pensiero dei tifosi. Ovviamente sappiamo che non è finita ma sono orgoglioso dei tifosi che hanno difeso ciò in cui credono. Per il calcio in generale va bene così. La competitività è una parte importante dello sport, è questo è il motivo per cui giochiamo a calcio”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy