Coronavirus, Dzemaili: “Tutti dovrebbero comportarsi come la Cina. Il segreto? La repressione”

Coronavirus, Dzemaili: “Tutti dovrebbero comportarsi come la Cina. Il segreto? La repressione”

Le dichiarazioni di Blerim Dzemaili, centrocampista dello Shenzhen , in merito alle differenti modalità di approccio alla lotta contro il Coronavirus tra Cina e Italia

La parola a Blerim Dzemaili.

Il centrocampista ex Bologna, passato in Cina allo Shenzhen di Roberto Donadoni, si è espresso in merito all’emergenza Coronavirus. facendo un paragone proprio tra la Cina e l’Italia: “La Cina ha saputo sconfiggerlo questo maledetto virus, sono stati bravissimi, fin dal paziente zero hanno addirittura sigillato le case, chiuso paesi e città, e i risultati di oggi evidenziano che l’Italia, la mia Svizzera e tutti gli altri Paesi dovranno comportarsi come si sono comportati in Cina. Là è servita la repressione? Bene, servirà anche in Europa, perché per mantenere la vita uno deve essere disposto a fare anche il sacrificio più duro”.

Coronavirus, Simeone: “In Italia hanno perso tempo, aspettavano che un calciatore risultasse positivo”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy