Palermo-Sampdoria solo con gli abbonati: nelle prossime ore il verdetto, le ultime

Palermo-Sampdoria solo con gli abbonati: nelle prossime ore il verdetto, le ultime

Un provvedimento – quello del Prefetto di Palermo – che non è stato per nulla digerito dal club di viale del Fante che ha già presentato ricorso d’urgenza al Tribunale Amministrativo Regionale.

7 commenti

Una decisione “demagogica e del tutto insensata”.

Maurizio Zamparini aveva definito così l’ordinanza del Prefetto di Palermo, secondo cui in vista del match tra rosanero e Sampdoria del primo maggio, soltanto i tifosi siciliani abbonati e i sostenitori blucerchiati in possesso di Tessera del Tifoso potranno avere accesso allo stadio Renzo Barbera.

Un provvedimento che non è stato per nulla digerito dal club di viale del Fante che, nel giro di poche ore, ha presentato il ricorso d’urgenza al Tribunale Amministrativo Regionale per “tutelare i tifosi rosanero”.

Già nelle prossime ore, al massimo domani, il Palermo dovrebbe ricevere la risposta definitiva dagli organi competenti e sapere se potrà contare sull’appoggio dell’intero pubblico – o solamente di quello dei tifosi abbonati – in occasione di una partita cruciale in chiave salvezza.

Palermo-Sampdoria solo con gli abbonati? C’è speranza per gli altri tifosi, ecco cosa è successo a Bergamo

Nel video appena proposto, lo sfogo di Maurizio Zamparini che si è servito prima di un comunicato stampa (leggi qui), poi dei microfoni di una nota trasmissione radiofonica per ribadire un concetto: “I tifosi del Palermo non sono mai stati coinvolti in episodi violenti, anzi la tifoseria rosa è la migliore che io abbia mai incontrato nella mia carriera di presidente”. Frasi reiteratamente pronunciate con l’obiettivo di avere dal Tar un responso positivo che, allo stato attuale, non è proprio certo possa arrivare.

Zamparini (integrale): “Io e i tifosi del Palermo siamo arrabbiati. Sono alla frutta, andrò via a calci in c**o”

Intanto dal Prefetto fanno sapere che non verranno effettuati dei ripensamenti o dietrofront autonomi, in attesa di ciò che deciderà il Tar fra oggi e domani. Ciò che avrebbe sollevato la questione non sarebbe da rintracciare nel rapporto tra la tifoseria rosanero e quella blucerchiata. Il Palermo, in realtà, sconterebbe ancora gli episodi di violenza della gara contro la Lazio, già puniti dalla giustizia sportiva con una partita (quella contro l’Atalanta) a porte chiuse.

Chiudono gli stadi di calcio, pagano sempre i tifosi buoni per il fallimento dello Stato italiano

7 commenti

7 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. vicio64 - 1 anno fa

    se con lazio ci fossero stati controlli piu’ seri oggi parleremmo di altro,anche vero che le teste calde devono essere raffreddate e,permettere alle persone che vogliono vedere la partita della squadra del cuore in compagnia anche delle loro famiglie,per un numero imprecisato di teppisti paghiamo tutti,squadra compresa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. spargi49 - 1 anno fa

    Chi assicura il prefetto che fra gli abbonati o tra i Sampdoria non ci saranno teste calde?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. vicio64 - 1 anno fa

    Se si puo’ raggirare il provvedimento giochiamo allo stadio provinciale di Trapani

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Aldo Pane - 1 anno fa

    Spero veramente che entro domenica cambi tutto.. È veramente uno schifo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Cosi tutta l’Italia ci giudica male

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Fabio Virdichizzi - 1 anno fa

    Sarà un caso che la signora è di CT??

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. In lega solo corruzione

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy