Finisce l’era Zamparini a Palermo: da Darmian a Emerson, gli 8 calciatori incompresi dall’ex presidente

Finisce l’era Zamparini a Palermo: da Darmian a Emerson, gli 8 calciatori incompresi dall’ex presidente

Maurizio Zamparini si dimette e annuncia la cessione della società a un fondo d’investimento anglo-americano: ripercorriamo la gestione dell’ormai ex presidente friulano elencando quelli che risultano essere gli “incompresi” tra i suoi acquisti, forse ceduti troppo frettolosamente.

a cura di Luca Bucceri

Finisce l’era Zamparini, il presidente rosanero ha rassegno le proprie dimissioni.

Dopo averlo annunciato via radio, nel tardo pomeriggio il comunicato ufficiale che sancisce il termine dell’esperienza in rosanero dopo 15 anni di presidenza. Tante sì le gioie ed i successi alla guida del Palermo, tanti giocatori comprati e lanciati nel panorama calcistico europeo, ma anche tanti altri ‘ciccati’ o non compresi pienamente.

Mediagol.it vi propone tutti i giocatori le cui potenzialità non sono state comprese nel corso della gestione Zamparini, dal 2002 ad oggi.

1° INCOMPRESO – Simone Pepe

Pepe

Arrivato in rosanero nell’anno della storica promozione dalla B alla A, Pepe gioca solo un girone siglando una rete contro il Pescara (attuale società del giocatore romano) e ottiene in rosanero l’accesso al massimo campionato. Non arriva la conferma, anzi viene girato in prestito la stagione successiva al Piacenza per poi rientrare in base al termine della stagione.

Nell’inverno 2006 passa a titolo definitivo all’Udinese, da lì a poco l’esplosione con i bianconeri friulani e poi con la Juventus.

RAGGI

2° INCOMPRESO – Andrea Raggi 

Cresciuto nel vivaio dell’Empoli approda in rosanero nell’estate del 2008 fortemente voluto dal mister dei siciliani Stefano Colantuono.

Le fortune in rosa terminano alla conclusione dell’esperienza di Colantuono, all’arrivo di Ballardini la panchina sarà la compagna di ogni domenica. A fine stagione le presenze sono solo 2. Girato in prestito a Sampdoria, Bologna e Bari, per poi passare a titolo definitivo ai felsinei con i quali nel 2011 gioca l’intero campionato.

Svincolato, nel 2012 Raggi firma un triennale con il Monaco, del quale diventa capitano e colonna dei successi biancorossi. L’esordio in Champions è solo la ciliegina sulla torta per il leader difensivo della società del Principato.

Pajtim-Kasami-Palermo

3° INCOMPRESO – Pjatim Kasami

Passato dalle giovanili della Lazio, arriva in rosanero sotto la gestione Delio Rossi, convinto di poter dare il suo contributo nonostante i 18 anni. Gioca tutte le partite in stagione di Europa League, in campionato viene impiegato ma non riesce a scalare le gerarchie e a fine campionato viene ceduto al Fulham dopo alcuni battibecchi estivi.

L’esperienza inglese e successivamente quella greca all’Olympiakos lo fanno conoscere al pubblico europeo, suo il gol decisivo con cui i greci batterono la Juventus nell’ottobre 2014 in Champions.

GLIK

4° INCOMPRESO – Kamil Glik

Mister zero presenze in campionato in maglia rosanero. Il difensore polacco poi si è vendicato sul Palermo, diventando difensore goleador e dalla grande plusvalenza in casa Torino. Offertogli dal Piast Gliwice, Glik arriva in rosanero nell’estate del 2010, l’esordio contro il Maribor ha fatto ben sperare. Quasi mai presente in distinta in campionato, non riesce a debuttare nella massima serie se non l’anno successivo con la maglia del Torino con la quale in 5 stagioni collezione 171 presenze e 13 reti.

Lo scorso luglio i granata hanno incassato 11 milioni dalla cessione del difensore polacco, facendo una plusvalenza di 10 milioni (l’acquisto dai rosa è stato per 300 mila euro).

KURTIC

5° INCOMPRESO – Jasmin Kurtic

Arrivato a Palermo con gli amici Ilicic, Bacinovic e Andelkovic non ha avuto molta fortuna in rosanero. Nonostante già alla seconda uscita con la maglia dei siciliani avesse fatto registrare la prima rete italiana (al Cesena, ndr), la stagione si conclude solo con 4 presenze. Nell’estate del 2011 passa in prestito al Varese per farsi le ossa, tornato alla base la stagione successiva è protagonista della cavalcata disperata dei rosanero alla salvezza, conclusasi con la retrocessione finale. Passato da Sassuolo, Torino, Fiorentina e Atalanta, Kurtic è stato rivalutato e ha trovato successivamente la propria dimensione nel campionato italiano.

DARMIAN

6° INCOMPRESO – Matteo Darmian

Maurizio Zamparini non è stato abile a riconoscerne il potenziale nella stagione 2010-11 quando, arrivato in compartecipazione con il Milan, ha collezionato 16 presenze tra campionato ed Europa League. Al termine della stagione non arriva il riscatto e, come successo con Glik, Darmian trova fortuna in quel di Torino dove sotto la gestione Ventura cresce talmente tanto da guadagnarsi la Nazionale e l’attenzione di grandi club. Nell’estate 2015 passa a titolo definitivo al Manchester United per 18 milioni più 2 di bonus.

US Citta di Palermo Unveils New Signing Emerson Palmieri Dos Santos

7° INCOMPRESO Emerson

Strana storia la sua, scommessa dell’ex direttore sportivo rosanero Franco Ceravolo. Dopo una stagione condita con 9 presenze e nessuna rete nel 2014-15, il Palermo aveva “scaricato” il brasiliano dopo che il Santos aveva elevato di un milione (o poco più) l’opzione di riscatto in favore dei rosanero: Zamparini si infuriò, non volle spendere quel milione in più e decise di puntare tutto su Achraf Lazaar.

Emerson Palmieri è oggi un titolarissimo della Roma di Luciano Spalletti

US Citta di Palermo v Hellas Verona FC - Serie A

8° INCOMPRESO – Andrea Belotti

C’è poco da dire, il “Gallo” forse oggi è il rimpianto più grande dell’era Zamparini. Arrivato in rosanero nella stagione 2013-14, quella della B, Belotti in silenzio guadagna giornata dopo giornata la fiducia di Gattuso prima e Iachini poi, andando in gol contro il Brescia. Miglior prestazione stagionale nel derby contro il Trapani, autore di una gara pregevole. A fine stagione il riscatto dall’Albinoleffe e la stagione in A da vivere da protagonista.

Ma è l’anno di Dybala e Vazquez, entra quasi sempre dalla panchina ma nonostante questo è il più utilizzato dai rosanero (38 presenze complessive e 6 gol). Ad inizio stagione successiva Belotti fa le valigie e per 7.5 milioni passa al Torino: con la maglia granata fin qui 62 presenze e 33 gol.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. eebfar - 3 anni fa

    Vada pure per gli altri 7, che effettivamente sono esplosi dopo e lontano da Palermo.
    Ma la cessione di Belotti a un prezzo così ridicolo è il segno di una presbiopia veramente molto grave …
    Ci voleva assai a capire che cosa stava facendo il “Gallo” ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. mau49 - 3 anni fa

    Quanti rimpianti e quanta dabbenaggine.In compenso ha acquistato una cofanata di Bidoni probabilmente suggeriti da “grandi”competenti che invece hanno “rovinato”lo standard del Palermo ed arricchito altri.Complimenti!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. spargi49 - 3 anni fa

    Questi gli incompresi!Mediagol ci faccia un articolo sugli incomprensibili,i vari Sperduti,Faurlin,Cassini e decine di altri,grazie

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy