Cessione Palermo, slitta ancora il closing: Zamparini rientra in Italia, il motivo…

Cessione Palermo, slitta ancora il closing: Zamparini rientra in Italia, il motivo…

Le ultime sulla trattativa per la cessione del club rosanero: nuovo slittamento del closing nonostante le speranze del patron di chiudere entro oggi

Molto probabilmente non avverrà oggi il closing per la cessione del Palermo Calcio.

(Zamparini: “Verrò a Palermo per presentare la nuova proprietà. Sidoti? Lo hanno messo in croce ma…”)

Dovrebbe verificarsi, dunque, un nuovo ed ennesimo slittamento della data di chiusura della trattativa nonostante la speranza di Maurizio Zamparini di riuscire a sbrigare il tutto entro oggi. Non si dovrebbe chiudere molto probabilmente neanche nelle prossime ore per via della mancanza di incontri in programma, nell’immediato, per la firma dell’atto notarile per il passaggio di proprietà. Stando a quanto riportato stamane da Il Giornale di Sicilia, infatti, l’imprenditore friulano avrebbe ormai concluso la propria missione diplomatica in quel di Londra con gli acquirenti del club rosanero ed avrebbe già fatto rientro in Italia. Tuttavia, nonostante il sopralluogo nella capitale britannica del numero uno della società siciliana ed un lungo colloquio con i rappresentanti del fondo inglese, le due parti non sarebbero giunte all’obiettivo di fissare una data definitiva per il closing che il proprietario del Palermo, stando alle dichiarazioni da lui stesso rilasciate ieri mattina, sperava di poter raggiungere nel giro di poche ore.

(Zamparini: “Entro domani il closing, spero che gli inglesi capiscano. Strana coincidenza che…”)

La causa principale di tale allungamento dei tempi previsti per formalizzare la cessione del Palermo Calcio sarebbe da ricercare all’interno delle vicende giudiziarie che stanno coinvolgendo il club rosanero negli ultimi giorni, sulle quali gli acquirenti e gli organi di vigilanza della Borsa di Londra starebbero cercando di indagare, con il parere di questi ultimi strettamente necessario per la chiusura definitiva della transazione tra le due parti in questione, in maniera chiaramente positiva. Per quanto la trattativa per la cessione delle quote della società siciliana sarebbe ormai di fatto conclusa, le notizie che stanno circolando da qualche giorno avrebbero sollevato dei dubbi in seno all’organo predisposto a vigliare sugli investimenti di una società quotata in Borsa, qual è il fondo con cui starebbe trattando Maurizio Zamparini.

(Inchiesta Procura di Caltanissetta, emergono nuovi dettagli: quando il giudice Sidoti perse la testa…)

Gli investitori londinesi, sempre secondo quanto riportato dal noto quotidiano regionale, rimarrebbero comunque interessati a coprire nella sua totalità il debito nei confronti di Alyssa, nonché il punto cardine della vicenda riguardante l’istanza fallimentare (e non solo) legata al Palermo Calcio: “Oggi dunque, non è il giorno decisivo. I dubbi permangono anche nella giornata di domani, sebbene il rientro in Italia di Zamparini possa essere indicativo di un avanzamento del processo di cessione. Perché la firma davanti al notaio andrà fatta con ogni probabilità a Milano, dove sono attesi nei prossimi giorni gli emissari del gruppo acquirente“. La testata locale evidenzia, dunque, come i contatti tra le due parti interessate starebbero continuando comunque in maniera fitta e senza sosta per poter intrecciare gli impegni di entrambe e mettere così fine alla trattativa con il tanto atteso closing. L’obiettivo prefissato sarebbe quello di chiudere entro la fine di novembre, un intento comune che nonostante i rallentamenti dovuti alle vicende giudiziarie delle ultime ore, parrebbe ancora raggiungibile.

(Inchiesta Procura di Caltanissetta: emergono nuove intercettazioni, Sidoti e Giammarva…)

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. sbt5 - 9 mesi fa

    Ma perché qualcuno lo ha visto a Londra ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy