Cessione Palermo, bilancio depositato: club ancora di Zamparini? Ecco cosa dicono le carte…

Cessione Palermo, bilancio depositato: club ancora di Zamparini? Ecco cosa dicono le carte…

Secondo quanto emerso dalle carte, l’assetto societario del club rosanero sarebbe ancora quello in cui Maurizio Zamparini detiene 13.486.500 azioni e Gasda una quota minoritaria

Le carte dicono che il Palermo è ancora di Zamparini

Questo l’emblematico titolo scelto all’interno della propria edizione odierna da La Repubblica – Palermo che, nella propria pagina sportiva, analizza le carte presentate dal club rosanero nelle ultime ore, all’interno delle quali la società di Viale del Fante risulterebbe incredibilmente ancora di proprietà dell’imprenditore friulano.

Secondo quanto riportato stamane dall’edizione locale del noto quotidiano nazionale, infatti, il club siciliano avrebbe depositato – assieme al bilancio del 2018 ed alle valutazioni della società di revisione – una dichiarazione obbligatoria relativa all’elenco dei soci: “Al 10 dicembre 2018 – si legge- l’elenco dei soci e degli altri titolari di diritti su azioni e quote sociali non è variato rispetto all’ultimo depositato“.

(Cessione Palermo, continua il mistero Mepal: la società risulta essere ancora di Alyssa. I dettagli)

Questo il nocciolo della questione: secondo quanto emerso dalle carte, l’assetto societario del Palermo Calcio sarebbe, dunque, ancora quello in cui Maurizio Zamparini detiene 13.486.500 azioni e Gasda una quota minoritaria pari a 13.500. Dati che il quotidiano ritiene incongruenti rispetto ai diversi comunicati di questi ultimi giorni, uno su tutti quello relativo all’avvenuta cessione del 100% delle quote da parte dello stesso ex patron della società rosanero.

Per ciò che concerne gli atti depositati alla Camera di Commercio relativamente al passaggio delle quote del club di Viale del Fante da Zamparini alla nuova proprietà britannica, invece, il discorso è differente. La comunicazione presentata al Registro Imprese risultava infatti sospesa ed il motivo parrebbe essere legato all’assenza dei dati anagrafici dei nuovi proprietari ed amministratori, senza i quali la pratica dovrà essere inviata nuovamente.

Il quotidiano riporta inoltre le valutazioni della società di revisione Baker Tilly Revisa, che ritiene come il bilancio del Palermo Calcio sia in sofferenza con una perdita di 5,1 milioni di euro coperti con utili di gestione fino ad arrivare a 3,6 milioni di passivo e con “[…]evidenti difficoltà per far fronte alle obbligazioni in essere a partire dal mese di gennaio 2019“. All’interno del documento si legge anche: “Riteniamo che siano indispensabili nel breve periodo nuovi interventi di sostegno da parte dell’attuale azionista di riferimento o di eventuali nuovi soci o un anticipo del credito verso Alyssa rispetto alle scadenza concordate“.

(Cessione Palermo, “Sport Capital Group” raddoppia: Treacy ed il curioso cambiamento di nome…)

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. nick - 8 mesi fa

    Quindi riepilogando non solo non è stato ceduto alla società che hanno detto in conferenza ma a quella di facile socio dell’advisor di mz ma non è neanche andato a buon fine.
    Inoltre si evince che altro che società in salute siamo a rischio.
    Qui altro che buone mani ….

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy